Umberto Bossi, chi è: storia, ascesa e caduta del fondatore della Lega

Umberto Bossi, chi è: storia, ascesa e caduta del fondatore della Lega. 

Umberto Bossi
(screenshot video)

E’ notizia di queste ore il ricovero d’urgenza con l’eliambulanza di Umberto Bossi, fondatore e per molti anni Segretario della Lega Lombarda prima e Lega Nord dopo. Cerchiamo di ripercorrere la sua storia: i successi politici, le cadute, la malattia e la lenta decadenza.

Umberto Bossi, chi è: la storia politica del senatùr

Umberto Bossi viene eletto per la prima volta senatore della Repubblica nel 1987 e dal 1989 è il segretario della Lega Nord per l’indipendenza della Padania, carica che ricoprirà fino all’aprile del 2012. Entra nel governo per la prima volta nel 2001 in qualità di Ministro per le Riforme Istituzionali e la Devoluzione nel secondo governo Berlusconi col quale si era riavvicinato dopo lo strappo del 1994 e il famigerato inciucio con la sinistra. Nella sua carriera è stato deputato in sei legislature e ancora un’altra volta senatore. Inoltre è stato eletto per tre volte al Parlamento Europeo.

Umberto Bossi, la vita privata

Figlio di Ambrogio e Ida Valentina Mauri, nasce a Cassano Magnago il 19 settembre 1941. Perito elettronico ha una vita lavorativa prima della politica piuttosto avventurosa, lui stesso la spiega così: “Ho fatto l’operaio, il perito tecnico, ho lavorato nell’informatica, ho studiato medicina a Pavia, ho insegnato matematica e fisica”. Dopo un passato giovanile vicino alla sinistra e ai comunisti Umberto Bossi nel 1979 ispirato dai movimenti per l’indipendenza valdostana crea una rete di movimenti autonomisti dell’Italia settentrionale. Nel 1980 insieme a Maroni fonda l’Unione Nord Occidentale Lombarda per l’Autonomia che nel 1982 diventa  Lega Autonomista Lombarda e nel 1984 Lega Lombarda.

Nel frattempo il 31 agosto 1975 Bossi si era sposato con Gigliola Guidali con la quale ebbe il primo figlio Riccardo nel 1979. Nel 1982  i due divorziarono e Bossi si risposa con Manuela Marrone nel 1994. Con lei ha 3 figli: Renzo, Roberto Libertà e Eridano Sirio. L’11 marzo del 2004 viene colpito da un ictus e viene ricoverato in gravi condizioni nell’Ospedale Fondazione Macchi di Varese. Da allora nulla fu più come prima fino al malore avuto oggi.