Home News Brasile, incendio nel centro sportivo del Flamengo: diversi morti – FOTO

Brasile, incendio nel centro sportivo del Flamengo: diversi morti – FOTO

CONDIVIDI
incendio flamengo
Incendio al centro sportivo del Flamengo (websource/archivio)

Ci sono diverse vittime dopo che il centro sportivo del Flamengo, amatissima squadra di calcio del Brasile, è stato investito da un incendio..

Un grave incendio è deflagrato all’interno del centro sportivo del Flamengo. L’impianto, il ‘Ninho do Urubu’, ospita quella che è la squadra di calcio più amata e tifata del Brasile, con milioni e milioni di supporters. Stando ad un primo bilancio, ci sarebbero almeno 10 morti confermati in base a quanto riferito dalle autorità brasiliane. Il rogo è stato di grandissime proporzioni e ha travolto una ampia zona dell’impianto del Flamengo che sorge a Rio de Janeiro. Il tutto si è verificato alle ore 5:00 del mattino, con diverse squadre dei pompieri accorse sul posto nel tentativo di domare il fuoco. All’interno del centro sportivo della società rossonera si svolgono con cadenza quotidiana non solo gli allenamenti della prima squadra ma anche quelli delle varie selezioni giovanili.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Flamengo, incendio al centro sportivo e tante vittime

Spesso il ‘Ninho do Urubu’ fa da sede proprio per i ritiri dei ragazzi che fanno parte in pianta stabile della Academy del club rublonegro. La notizia ha letteralmente sconvolto il Brasile, dove il calcio assume una importanza tale da farne una sorta di affare di stato. E quando avvengono accadimenti gravi e tristi come questo, la risonanza è massima. Diversi sono gli ex calciatori che sono emersi proprio al Flamengo e che giocano attualmente in grosse squadre di livello internazionale che hanno lasciato il proprio messaggio di cordoglio. Tra questi c’è Vinicius, ad oggi in forza al Real Madrid. Il giovane ha scritto su Twitter: “Che notizia triste, preghiamo per tutti. Forza, forza, forza!”. C ivi sarebbero anche diversi feriti, tra i quali tre persone ricoverate in gravi condizioni.