Home News Milano, choc in una parrocchia: arrestato educatore per abusi su bambini cinesi

Milano, choc in una parrocchia: arrestato educatore per abusi su bambini cinesi

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:09
CONDIVIDI

abusi bambini milano educatore parrocchiale arrestatoChoc in una parrocchia di Milano, arrestato un educatore 67enne: il pensionato avrebbe commesso abusi su tre bambini cinesi.

Ci sono episodi che lasciano senza parole e anche senza fiato. Non solo per crudeltà dei fatti stessi, presi nella loro intrinseca natura. Ma anche per chi quei fatti li commette. Per chi si rende protagonista di gesti sconsiderati, ancor di più se si pensa al ruolo che hanno o per meglio dire dovrebbero avere. Questo preambolo era necessario per raccontare la storia che leggerete. Al centro della vicenda c’è un uomo, un pensionato di 67 anni. Una persona che, nel suo piccolo, avrebbe dovuto contribuire alla crescita dei bambini che frequentano una parrocchia nella zona nord di Milano. Ma questa storia non ha un finale degno di lode, perché parla soprattutto di abusi.

Leggi anche -> Abusi su pazienti anche minorenni: arrestato cardiologo a Urbino

Per essere aggiornato su tutte le notizie: CLICCA QUI!

Milano, choc in una parrocchia: educatore 67enne arrestato, avrebbe commesso abusi su tre bambini cinesi

Avrebbe abusato di tre bambini cinesi nella sua abitazione. E’ questa la pesantissima accusa con la quale questa mattina un pensionato di 67 anni è stato arrestato dalla polizia. L’uomo frequentava una parrocchia nella zona nord di Milano e aveva la funzione di educatore. Ma ciò che è saltato fuori dalle indagini è qualcosa che da far inorridire. Tre bambini cinesi, rispettivamente di 10, 11 e 12 anni, avrebbero infatti subito degli abusi da parte del pensionato. Il tutto a casa sua. L’ordinanza di custodia in carcere è stata emessa dal giudice per le indagini preliminari di Milano Guido Salvini, a seguito delle indagini nate dopo le denunce dei genitori dei ragazzini, coordinate dal procuratore aggiunto Letizia Mannella e dal pm Michela Bordieri e condotte dagli agenti del Commissariato di polizia di Comasina. Il 67enne del Milanese dovrà ora difendersi dalla pesantissima accusa.