CONDIVIDI

Anna muore a soli 36 anniIn ospedale scambiano un aborto spontaneo per un semplice mal di pancia. Anna viene dimessa, ma muore tre giorni dopo.

La fine tragica della storia di Anna, donna di 36 anni originaria di Napoli, comincia quando avverte un terribile dolore allo stomaco e si reca all’ospedale Vecchio Pellegrini di Napoli. Dopo una breve visita, i medici le hanno diagnosticato una lombosciatalgia e l’hanno dimessa assegnandole una terapia a base di analgesici, consigliandole di andare a fare un’ecografia per sicurezza.

Sul momento la terapia sembrava funzionare, Anna non sentiva più dolore e tutto sembrava superato, ma tre giorni dopo la dimissione accusa nuovamente un dolore così forte da impedirle di muoversi. I familiari la portano d’urgenza in ospedale, dove viene ricoverata immediatamente ma muore poche ore dopo.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Autopsia conferma i sospetti: Anna aveva subito un aborto spontaneo

In queste ore, a diversi giorni dall’improvvisa morte di Anna, l’autopsia sul suo corpo della donna effettuata al Secondo Policlinico di Napoli  ha confermato che la morte è stata causata dalla presenza di un feto morto nel suo grembo. La 36enne napoletana aveva subito un aborto spontaneo, ma i medici non sono riusciti a riscontrarlo, anche perché non è stata effettuata un’ecografia. Proprio sulla mancata analisi si basa la denuncia dei familiari ai danni dei medici che l’hanno visitata.

Gli avvocati Sergio e Angelo Pisani hanno presentato denuncia nei confronti dell’ospedale campano, gli stessi legali, dopo i risultati dell’autopsia, hanno così commentato: “Sarebbe bastata una ecografia e la ragazza si sarebbe potuta salvare, attraverso un intervento chirurgico”. Sulla vicenda di questa giovane donna che si sarebbe dovuta sposare tra qualche mese, sta indagando la Procura di Napoli che ha iscritto nel registro degli indagati due medici con l’accusa di omicidio colposo.

Leggi anche -> Meningite: morto a Bologna bimbo di due anni, ospedale lo aveva dimesso