CONDIVIDI

Il sisma ha interessato l’area del Chiapas, vicino a Tapachula. Al momento non ci sarebbero segnalazioni di vittime.

Una fortissima scossa di terremoto in Messico ha provocato tanta paura e qualche danno (ma fortunatamente nessuna vittima) nella giornata di oggi, venerdì 1° febbraio. Il sisma, di magnitudo 6.5 della scala Richter, è stato registrato dallo United States Geological Survey (USGS) nel Chiapas, regione meridionale del paese, a una ventina di chilometri da Tapachula. Ma, data l’intensità, è stato avvertito anche nei vicini Paesi di El Salvador e Guatemala. L’epicentro è stato localizzato a 42 miglia (68 km) dalla costa del Pacifico, al confine con il Guatemala, sempre secondo l’USGS. Circa un anno fa si era verificato un evento analogo

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Un evento potenzialmente pericoloso

Al momento, come accennato, non ci sono notizie di vittime. Tante le persone che si sono riversate in strada a Città del Messico, e diversi uffici sono stati evacuati, ma non sarebbero stati segnalati per ora danni importanti. E data la potenza dell’evento non era affatto scontato. Secondo la scala Richter, infatti, un evento sismico di magnitudo 6.5 è classificato come terremoto “forte”, con un raggio di azione che può arrivare a 160 chilometri, ed effetti potenzialmente distruttivi in aree densamente popolate.

EDS