Home News Influenza, picco massimo stagionale alle porte: i consigli della Coldiretti

Influenza, picco massimo stagionale alle porte: i consigli della Coldiretti

CONDIVIDI
influenza picco massimo consigli
Allarme influenza, il picco stagionale è prossimo (websource/archivio)

L’influenza ha già messo ko milioni di italiani, ed ora il picco massimo stagionale è alle porte. Di seguito i consigli su come evitarla.

L’influenza si appresta a colpire milioni di italiani, dopo i circa 3,6 ridotti a letto da ottobre ad oggi. Stiamo per entrare nel periodo di massimo contagio, secondo gli esperti. Soltanto la settimana scorsa sono state in media 725mila le persone costrette a rimanere a riposto tra le lenzuola, come fa sapere l’Istituto Superiore di Sanità. I soggetti a rischio sono, come al solito, anziani e bambini. E soprattutto coloro non vaccinati e che hanno il sistema immunitario già provato da situazioni pregresse, dovute per esempio a gravidanze o patologie. Tra le regioni più colpite figurano l’Umbria, il Piemonte, le Marche, l’Abruzzo, la Campania, la Calabria e la Provincia Autonoma di Trento. Per evitare di finire preda del virus dell’influenza, la Coldiretti ha diffuso un decalogo in cui vengono presentati diversi consigli su come agire al meglio.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Influenza, i consigli della Coldiretti per evitarla

Viene suggerito di incrementare il consumo di frutta e verdura, specialmente di stagione, come gli agrumi. Arance, mandarini e simili sono pieni di vitamina C, molto utile per dare un boost alle nostre difese immunitarie. “Anche aglio, basilico, alloro ed eucalipto sono di aiuto contro i malanni di questo periodo. Assumete una alimentazione che non trascuri anche vitamine ed il giusto quantitativo di calorie”. Molto consigliati sono nello specifico spinaci, zucche, cicora, zucchine, broccoli e carote, oltre ai legumi e ad agrumi e kiwi. Bene anche carne e pesce, ovviamente nella giusta misura. Per dare sollievo ad una gola irritata prendete latte e miele e fate gargarismi con succo di limone con un pò d’acqua. Da evitare nei bambini l’utilizzo di farmaci destinati agli adulti. Si consiglia anche di cambiare spesso le lenzuola e gli abiti, dormire almeno 7-8 ore a notte per assicurare il giusto riposo all’organismo e lavarli con frequenza le mani.