CONDIVIDI

La processione religiosa organizzata dalla parrocchia storica di ‘Little Italy’ ha attirato l’attenzione di tutti i cittadini di Manhattan.

New York è diventata negli ultimi decenni la città più conosciuta al mondo, nonché la “capitale” dell’occidente sia per cultura che per modello economico e sociale. La “Grande Mela” occupa un posto speciale nel cuore degli occidentali e nell’immaginazione collettiva, parte di questo merito è dovuto alle produzioni cinematografiche e televisive che la vedono come indiretta o diretta protagonista.

Prima di divenire trend setter e meta di turisti, la città simbolo della costa est degli Stati Uniti è stata per anni una meta per migranti provenienti da ogni latitudine del pianeta. Come capitale economica dell’America, infatti, la città offriva opportunità di lavoro a chiunque la raggiungesse, e di conseguenza era un punto di partenza per giovani che nel loro Paese d’origine non avevano futuro. Tra i migranti della prima ora molti erano italiani e irlandesi, non è un caso che uno dei quartieri più noti si chiami ‘Little Italy‘ e che per quelle strade si respiri cultura e tradizione del nostro Paese.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Processione religiosa attira l’attenzione di tutti gli abitanti di ‘Little Italy’

Per rispondere all’esigenza di fede degli italiani arrivati in America, sul finire del 1800 è stata costruita al centro di ‘Little Italy’ (lower east side di Manhattan) una piccola parrocchia conosciuta come Chiesa Santuario del Preziosissimo Sangue. Nella parrocchia sono stati battezzati milioni di bambini, celebrati numerosissimi matrimoni e ancora oggi la chiesa viene ritenuta un punto di riferimento per gli italo-americani, ma anche e soprattutto per gli immigrati odierni che sono per la maggior parte vietnamiti e latino americani.

Nel luglio dello scorso anno, la comunità religiosa della parrocchia (Frassati Felloship) guidata dal sacerdote della Chiesa Santuario del Preziosissimo Sangue è scesa in piazza per una processione in onore di Cristo Risorto. Il Sacerdote guidava i fedeli con in mano un ostensorio riempito della Sacra Eucarestia. I parrocchiani intonavano canti sacri e mentre passavano per le vie della città incantavano i passanti che, incuriositi dalla manifestazione, hanno dimenticato l’incedere nevrotico della città che non dorme mai per fotografare e filmare la processione religiosa.