CONDIVIDI
Luxuria Santanché non è l'arena trans
(screenshot)

Scintille e commenti al vetriolo nel corso dell’ultima puntata di ‘Non è l’Arena’ su La7 tra Vladimir Luxuria e Daniela Santanché: ecco cosa è successo

Commenti al vetriolo, scintille e attacchi frontali a ‘Non è l’Arena’, il programma condotto da Massimo Giletti in onda sulle frequenze di La7. Tra gli ospiti dell’ultima puntata c’erano la senatrice di Fratelli d’Italia Daniela Santanché, berlusconiana della prima ora, e l’ex parlamentare di Rifondazione comunista Vladimir Luxuria. Il tema del confronto era quello della partecipazione della Luxuria alla trasmissione di Rai 3 ‘Alla lavagna’, quando ha spiegato a un pubblico di bambini delle elementari la sua storia, parlando di come si sentisse femmina anziché maschio fin dall’infanzia. La lezione sul genere ha scatenato polemiche furibonde perché Vladimir Luxuria è stata accusata di “insegnare ai bambini a diventare trans”.

‘Non è l’Arena’, scintille tra Vladimir Luxuria e Daniela Santanché: “Lei è più trans di me”

Che tra Vladimir Luxuria e Daniela Santanché non corresse buon sangue è cosa nota. Ieri, ospiti a ‘Non è l’Arena’ condotto da Giletti su La7, se ne sono dette di cotte e di crude. Le scintille si sono scatenate quando si è entrati nel vivo del tema, ovvero la partecipazione dell’ex parlamentare di Rifondazione comunista Vladimir Luxuria alla trasmissione ‘Alla lavagna’. “In natura ci sono maschio e femmina. Lei, con tutto il rispetto, ha il pene e quindi è un maschio”, ha detto senza mezze misure la Santanché. Beccandosi una risposta altrettanto ‘pesante’: “Com’è peggiorata. Non mi parli proprio lei di natura che ha fatto molti più interventi estetici di me, lei è più trans di me”. Nel botta e risposta, la gran parte degli utenti sui social si è schierato al fianco di Vladimir Luxuria, attaccando al tempo stesso la Santanché.

Leggi le nostre notizie su viaggi, cronaca, attualità e curiosità anche su Google News