Home News Emiliano Sala, sparito l’aereo dell’attaccante: “Non ci sono speranze”

Emiliano Sala, sparito l’aereo dell’attaccante: “Non ci sono speranze”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:17
CONDIVIDI
Emiliano Sala
(JEAN-FRANCOIS MONIER/AFP/Getty Images)

Emiliano Sala, non ci sono speranze per l’attaccante scomparso con l’aereo: chi è il giocatore, quali precedenti di tragedie aeree nel calcio.

Non ci sarebbero più speranze di trovare in vita Emiliano Sala, calciatore argentino appena acquistato dal Cardiff City, classe 1990. L’attaccante ex Nantes stava viaggiando su di un aereo privato da turismo. Poco fa, John Fitzgerald, responsabile delle ricerche della Channel Islands Air, ha spiegato: “Non ci sono più speranze”.

Per saperne di più –> Paura per Emiliano Sala: l’aereo del calciatore sparito nella Manica

La drammatica notizia: nessuna speranza per Emiliano Sala

Tre giorni fa, l’attaccante era stato acquistato per 17 milioni di euro a titolo definitivo dal Cardiff City, con un contratto fino al 2022. Ieri era in volo per unirsi alla sua nuova squadra. L’atterraggio previsto in Galles per le ore 21:00 locali non si è mai verificato, con l’aereo da turismo sparito nei cieli del Canale della Manica. Fitzgerald ha lasciato intendere che Emiliano Sala sia morto: “Dopo tutto questo tempo, con il freddo anche della temperatura dell’acqua non mi aspetto che si possa trovare qualcuno vivo. Sembra svanito nel nulla, non ci sono state comunicazioni radio prima della scomparsa dell’apparecchio dai radar”.

Ha detto ai giornalisti il capitano David Barker, capitano di porto per lo stato di Guernsey: “Non c’è stata richiesta di soccorso, è stata semplicemente persa traccia dell’aereo dai radar e dalle comunicazioni”. Poi ha aggiunto: “Sto immaginando che le persone in un aereo leggero non indosserebbero vestiti particolarmente caldi e quindi è preoccupante perché se sono nell’acqua le loro possibilità di sopravvivenza stanno diminuendo in tutto questo tempo”.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Chi è Emiliano Sala, l’attaccante del Cardiff City scomparso

La società del Cardiff City ha fatto sapere che “continuerà a pregare per avere notizie positive”. Emiliano Sala, cresciuto nel settore giovanile del Proyecto Crecer, club argentino partner del Bordeaux, dal 2010 militava nei campionati francesi di varie categorie. La società girondina, infatti, nel corso degli anni, lo ha dato in prestito ad altre squadre di categorie minori.

Nel 2015, Emiliano Sala è approdato al Nantes, collezionando in questi anni di permanenza 48 gol in 128 partite ufficiali. L’esordio con i Canarini avviene l’8 agosto nella prima di campionato contro il Guingamp. Il primo anno realizza solo sei gol in campionato, ma il bottino raddoppia dalla seconda stagione, rimanendo poi costante e facendo dell’attaccante argentino uno dei più prolifici del campionato francese.

Le tragedie aeree nel mondo del calcio

Purtroppo, nella storia del calcio non è la prima tragedia aerea: sicuramente, quella più nota è quella avvenuta il 4 maggio 1949 a Superga e costata la vita all’intera squadra di quello che all’epoca era il Grande Torino, capace di vincere cinque scudetti consecutivi e i cui giocatori erano quasi tutti in Nazionale di calcio italiana. Le vittime furono 31 e in memoria di quella tragedia la Fifa ha proclamato quella del 4 maggio Giornata mondiale del gioco del calcio.

Il 6 febbraio 1958, invece, avvenne il disastro aereo di Monaco di Baviera. Su quel volo c’era la squadra del Manchester United e morirono 23 dei 44 passeggeri, tra cui otto giocatori e tre membri dello staff del team inglese. Due anni dopo, la tragedia del Green Cross, squadra di calcio cilena, mentre in anni più recenti nel 1989 avvenne il disastro del Volo Surinam Airways 764, il peggior disastro aereo della storia dell’aviazione del Suriname, con 176 vittime, molte delle quali calciatori olandesi. Il dramma più recente infine nel 2016, col disastro aereo che coinvolse la squadra brasiliana di calcio della Chapecoense, in viaggio verso Medellín per disputare la finale della Coppa Sudamericana contro la squadra colombiana dell’Atlético Nacional: sei soli i sopravvissuti.