CONDIVIDI

CIECome funziona la Carta d’identità elettronica obbligatoria dal 2019. La cosiddetta CIE è ancora un mistero per molti, cerchiamo di capire meglio cosa dobbiamo fare per ottenerla. 

La CIE è un tesserino in policarbonato munito di microchip, dotato di elementi di sicurezza all’avanguardia. La foto del cittadino è stampata sulla tessera attraverso un sofisticato laser, ciò rende la carta più duratura e difficile da contraffare, la foto tessera si presenterà sulla CIE in bianco e nero come una comune patente.

Importante specificare il fatto che la foto debba essere necessariamente senza occhiali, per motivi di sicurezza.

Passando oltre, le differenze sostanziali con la carta d’identità classica sono la compattezza (la CIE ha le dimensioni di una carta di credito) e la mole di dati aggiunti sulla carta elettronica come:

  • Numero unico nazionale, ovvero una sequenza seriale composta da quattro lettere e sei numeri, che rende unico e rintracciabile il documento.
  • CAN (Card Access Number), ordinato in sei caratteri numerici in OCR-B.
  • Codice fiscale.
  • Codice fiscale trascritto in codice a barre (Code 39).
  • MRZ (Machine Readable Zone), ovvero tre di righe di trenta caratteri alfanumerici in OCR-B.

Il formato dei caratteri OCR-B facilita la lettura ad apparati elettronici preposti.

La carta, oltre alla funzione classica, serve per accedere ai servizi della Pubblica Amministrazione (grazie allo Spid, un programma compatibile alla CIE) ed è un documento di viaggio valido in tutti i paesi affiliati alla Ue e altri stati, con specifici accordi.

Carta d’identità elettronica, quanto costa e dove richiederla

La durata del documento muta in base alla fascia d’età:

  • Tre anni per minori di età inferiore ai tre anni.
  • Cinque anni per minori di età compresa tra i tre e diciotto.
  • Dieci anni per gli adulti.

La carta d’identità elettronica può essere sostituita alla scadenza della carta d’identità cartacea, il rinnovo può partire sin da 180 giorni prima del termine; questo per evitare che le richieste si concentrino in prossimità della data d’estinzione del documento classico, rendendo il processo eccessivamente confusionario.

Il costo della CIE è pari a 16,79 euro (comprese le spese di spedizione, la carta arriva direttamente dalla capitale) esclusi i diritti fissi e di segreteria, se previsti. Il documento può essere richiesto direttamente al comune di residenza, se accuratamente muniti di foto tessera, sia cartacea che su chiavetta USB. Nel giro di pochi giorni la carta elettronica arriverà direttamente a casa vostra.

Grazie ad un emendamento introdotto della legge di Bilancio 2019 da ora è possibile richiedere la carta d’identità elettronica anche alle Poste. Il volere primo della nuova manovra è ancora quello di velocizzare i tempi burocratici ormai fin troppo lenti, toccando direttamente enti rinomati per la qualità dei loro servizi, come Poste Italiane, concedendogli la possibilità di supportare i servizi comunali e statali.