CONDIVIDI
(Websource/Archivio)

Marco Baldini, guadagna 2,3 milioni con i Bitcoin ma denuncia: “E’ una truffa”. Su Facebook un post sponsorizzato che rimanda ad un articolo pubblicato sul portale bccissue.com fa il nome di Marco Baldini ma anche quello dei conduttori di Unomattina, Franco Di Mare e Francesca Fialdini, per sponsorizzare una piattaforma di trading per i Bitcoin. Marco Baldini denuncia la truffa e l’utilizzo della sua immagine su Facebook.

Marco Baldini, con un post su Facebook denuncia la truffa dei guadagni con i Bitcoin

Il conduttore radiofonico Marco Baldini avrebbe superato un brutto periodo economico grazie ai Bitcoin. Questo è ciò che è stato scritto su di un post sponsorizzato su Facebook, nel quale è spiegato come in questo modo Baldini avrebbe guadagnato 2,3 milioni di euro. Il post in questione rimanda ad un articolo dove si farebbero i nomi anche dei conduttori di Unomattina della scorsa edizione, ovvero Franco Di Mare e Francesca Fialdini. L’articolo è stato pubblicato sul portale bccissue.com e secondo quanto riportato su questo testo Marco Baldini consiglierebbe a tutti di fare fortuna su questa piattaforma di trading per i Bitcoin, grazie ad un investimento iniziale di almeno 250 euro. Secondo quanto si legge, Baldini avrebbe convinto in diretta tv la Fialdini a depositare anche lei 250 euro. Ed in soli tre minuti la conduttrice avrebbe raddoppiato il suo investimento. L’intento della pagina è dunque probabilmente quello di sponsorizzare la piattaforma stessa. Ma nessuno dei tre personaggi citati ha mai utilizzato la piattaforma in questione per fare guadagni grazie ai Bitcoin. Inoltre Marco Baldini non è mai stato ospite di uno Unomattina né ha mai autorizzato l’utilizzo della propria immagine  per un simile intento, come conferma un annuncio in diretta fatto alcuni giorni fa. Sulla propria pagina Facebook Baldini ha definito questa una fake news e una vera e propria truffa. Si legge infatti nel suo post: “La rete è piena di post che raccontano che sono diventato milionario grazie ai Bitcoin. Voglio per l’ennesima volta smentire la notizia. Probabilmente si tratta di una truffa, non abboccate. Io non so perché sono stato preso di mira ma questi malfattori mi hanno messo in gravissima difficoltà: primo perché sui siti dove è pubblicata la notizia ricevo centinaia di insulti, secondo perché immaginatevi quanto può gravare una falsa notizia del genere su di me e la mia condizione finanziaria. Vi prego se siete miei amici anche solo virtuali diffondete questo post che vuol dimostrare la mia totale buonafede. Non posso allegare la denuncia perché sono stato scoraggiato a fare questo dagli inquirenti (si vede che non si può) ma sono ben disposto a mostrarla personalmente a chi dubita della mia sincerità”. Il conduttore radiofonico inoltre ha sporto una denuncia alla polizia postale.
BC

Leggi anche Bitcoin: a Torino arriva il primo negozio dove si paga con la criptomoneta
Leggi tutte le notizie su Google News