Savona, il marito confessa: “L’ho uccisa perché aveva un altro”

savona marito confessa
Roxana Karin Zentero (Facebook)

Savona, il marito Matteo Buscaglia confessa il movente dell’omicidio di Roxana Karin Zenteno: “L’ho uccisa perché aveva un altro”.

Matteo Buscaglia ha ucciso la moglie Roxana Karin Zenteno perché lei aveva un altro: tragica la confessione dell’uxoricida di Boissano, in provincia di Savona. Queste le sue parole al pm che lo ha interrogato: “Quando ha ammesso che aveva un altro uomo e che non voleva chiudere quella relazione ho perso la testa, mi sono sentito un uomo fallito e l’ho soffocata”.

Vuoi restare aggiornato sulla cronaca italiana? Clicca qui

La tremenda confessione del marito di Savona

“Quando lei mi ha detto di quella storia ho visto tutto nero, mi sono sentito fallito come marito e lavoratore”, la confessione dell’uomo, che è difeso dal legale Gian Maria Gandolfo. L’omicidio avrebbe seguito di pochi minuti la confessione del tradimento: stando alla ricostruzione di Matteo Buscaglia, operaio di 47 anni, lui e la consorte, un’infermiera 42enne di origine peruviana, si erano svegliati da poco e lui si era insospettito per certi atteggiamenti.

Quando è arrivata la confessione della Zenteno, l’uomo – che a quanto pare non era riuscito a rielaborare il lutto per la morte dei genitori, inoltre non era soddisfatto del lavoro – non ci aveva visto più. Ora si grida all’emergenza: gli ultimi dati segnalano come fino al 2014, un caso su cinque di omicidio riguardava le donne, mentre lo scorso anno il rapporto è divenuto di uno a due. Denuncia la presidente del Telefono Rosa nazionale Maria Gabriella Carnieri Moscatelli: “La mattanza non si ferma e cosa si sta facendo per fermare questa terribile ondata di violenza? Continuiamo a chiedere l’intervento dei nostri rappresentanti istituzionali ma sembra che il problema non interessi a sufficienza”.

Per saperne di più –> Savona, uccide la moglie e tenta di suicidarsi: “Vostra mamma dorme”

Leggi tutte le nostre notizie di viaggi, cronaca, attualità e curiosità anche su Google News