Salvini contro Macron: “Quello che ha fatto è vomitevole”

Salvini
(Websource)

Il ministro dell’Interno Matteo Salvini lancia un’accusa contro Macron, definendolo colpevole per l’abbandono di un gruppo di migranti in un bosco italiano.

Sin da quando il governo italiano ha iniziato una politica di tolleranza zero sull’immigrazione, il presidente della repubblica francese Emmanuel Macron ha criticato Salvini e la decisione di chiudere i porti alle Ong. Le critiche di Macron non sono mai andate a genio al leader del carroccio che sin dal primo momento ha gli ha risposto di non accettare lezioni di umanità dalla Francia, dove già da tempo la frontiera di Ventimiglia è chiusa ai migranti che giungono dall’Italia. Alla querelle tra i due oggi si è aggiunto un altro capitolo, il ministro dell’Interno ha infatti richiesto l’attenzione dell’Unione Europea e dell’Onu sull’abbandono in un bosco italiano di un gruppo di migranti da parte della gendarmerie.

Salvini: “Macron non poteva non sapere”

Immediatamente dopo essere venuto a conoscenza di quanto accaduto, Matteo Salvini ha condiviso un post contro Macron sul proprio profilo. Il post comincia con una denuncia di quanto successo: “Abbandonare degli immigrati in un bosco italiano non può essere considerato un errore o un incidente”, scrive il vice premier che poi aggiunge: “Quanto successo a Claviere è un’offesa senza precedenti nei confronti del nostro Paese, e mi chiedo se gli organismi internazionali, a partire dall’Onu fino all’Europa, non trovino “VOMITEVOLE” lasciare delle persone in una zona isolata, senza assistenza e senza segnalazione”.

A questo punto il leader del carroccio si chiede come sia possibile che non si conoscesse nulla su questi migranti e come fosse possibile che i gendarmi si fossero persi, come sostenuto sulla stampa d’oltralpe: “Perché i francesi parlano di ‘gendarmi che non conoscevano la strada’, se poi il furgone è rientrato nel proprio paese a gran velocità e senza esitazioni?”, quindi conclude con la promessa che l’Italia andrà affondo a questa vicenda per scoprire la verità: “Andremo fino in fondo. Siamo di fronte a una vergogna internazionale, e il signor Macron non può far finta di nulla. Non accettiamo le scuse”.

Leggi tutte le nostre notizie di viaggi, cronaca, attualità e curiosità anche su Google News