CONDIVIDI
Croce Rossa
(Websource)

Conosciutisi nella cucina di una mensa, due giovani volontari della Croce Rossa hanno deciso di sposarsi ed al posto della Lista nozze hanno scelto di aprire una raccolta fondi per regalare un mezzo in più all’associazione.

Il presidente della Croce Rossa Italiana Francesco Rocca racconta la storia d’amore di due volontari che presto convoleranno a nozze e gli porge i più sentiti auguri sul sito dell’associazione volontari più diffusa nel mondo. Grazie a lui sappiamo che questi due giovani si sono conosciuti quasi per caso, Roberto faceva le pause dai turni di lavoro entrando nella cucina della mensa del centro di accoglienza straordinaria Campo Roja di  per dare una mano (pulire piatti, offrire pasti ai bisognosi), mentre Maria era impiegata al servizio mensa.

Conosciutisi in quei brevi scampoli di tempo i due si sono piaciuti immediatamente ed hanno preso a frequentarsi, adesso fanno entrambi servizio di ambulanza e assistenza negli eventi pubblici e quando c’è un’emergenza si mettono a disposizione, come quando c’è stato il sisma del centro Italia ed hanno lavorato alla mensa di Camerino per offrire un pasto alle persone che avevano perso la casa.

Il matrimonio e la decisione di aprire una raccolta fondi al posto della lista nozze

Adesso questi giovani volontari della Croce Rossa hanno deciso di convolare a nozze ed anche in previsione di questo giorno dedicato al loro futuro il loro pensiero è rivolto alle persone bisognose: invece della tradizionale lista nozze con i regali, Roberto e Maria hanno aperto una raccolta fondi finalizzata all’acquisto di un altro mezzo da donare al loro comitato. Il veicolo si aggiungerebbe ai tre a disposizione e permetterebbe ai volontari di dare aiuto a più persone bisognose di dialisi giornaliere e di visite mediche.

Un bel gesto quello dei volontari della Croce Rossa che il presidente dell’associazione ha voluto sottolineare sul sito ufficiale, accompagnando il racconto con i suoi sinceri auguri: “Oggi, nel giorno del loro matrimonio, voglio trasmettere i più sentiti auguri a Roberto e Maria da parte di tutta l’Associazione, raccontando la loro storia che è, in sostanza, un regalo che hanno voluto fare a noi”.

Leggi le nostre notizie anche su Google News