CONDIVIDI
Unione Europea
(Facebook)

C’è un video, diventato virale su Facebook, il cui protagonista è un sedicente funzionario italiano dell’Unione Europea che annuncia un complotto contro l’Italia da parte della Commissione Europea pronta a bocciare la manovra economica e a proporne un’altra tutta sua volta a togliere sovranità all’Italia. Il video è palesemente falso, il protagonista è un ragazzo giovane che di certo non può lavorare “da tanti anni” nella Commissione Europea delle Finanze (organismo inesistente ovviamente), indossa un parrucchino palesemente posticcio e dice cose generiche con riferimenti ad altri elementi del tutto inventati e dice di chiamarsi Davide Guetti, l’italianizzazione di David Guetta, il noto Dj. Senza contare che il protagonista del video ne ha già fatti parecchi altri simili in cui ogni volta si traveste e assume una nuova identità. Infine c’è anche il contesto che avrebbe dovuto far capire che si trattava di una bufala (o di un video satirico a seconda dei punti di vista) dato che la pagina che ha prodotto e diffuso il video si chiama “Io sono stufa” e ha come icona proprio una stufa.

Insomma tutti questi indizi non sono bastati a migliaia di persone che hanno preso per vero ciò che veniva detto e hanno condiviso indignati il video in questione. Tutti coloro che hanno creduto a questo video hanno dimostrato per l’ennesima volta l’esistenza di quelli che Enrico Mentana definì “webeti” e che molto spesso vengono etichettati come analfabeti del web, persone cioè che non sono in grado di distinguere il vero dal falso anche quando ciò che vedono o leggono è palesemente falso. Persone pronte a credere a qualsiasi cosa purché vada incontro alle convinzioni che già portano dentro di sè. Del resto il meccanismo della bufala, della fake news è proprio quello. Insistere su alcune convinzioni che le persone hanno già, ingigantirle, farne quasi la caricatura fino a renderle per molti ridicole, ma per altri ancora credibili.