CONDIVIDI
(Websource/Archivio)

Il 16enne scomparso da Ciano di Zocca, in provincia di Modena, il 17 settembre scorso è stato ritrovato senza vita in un pozzo.

Le ricerche degli investigatori sul caso di Giuseppe Balboni, 16enne scomparso a Ciano di Zocca, in provincia di Modena, il 17 settembre scorso è stato ritrovato senza vita in un pozzo. Il giovane, prima che se ne perdessero le tracce, era uscito di casa per andare a scuola. Al suo primo giorno di scuola, però, il ragazzo non è mai arrivato.

Leggi anche —> Valerio, 13 anni, scomparso nel nulla: appello disperato dei genitori

Trovato morto il 16enne scomparso da Zocca: il cadavere in un pozzo

Giuseppe Balboni era scomparso a Zocca il 17 settembre scorso quando, dopo essere uscito per andare a scuola con il suo scooter non ha più fatto ritorno a casa. Dopo assidue ricerche nella zona, gli investigatori hanno rinvenuto il cadavere del minore in un pozzo di Castello di Serravalle. “Mio figlio e il suo scooter sembrano essersi volatilizzati non sappiamo più dove cercare e cosa inventarci, abbiamo attivato la Rai, la trasmissione Chi l’ha visto, fatto appelli social, ma niente….”, avevano raccontato il padre del ragazzo. Questa mattina, però, i Carabinieri hanno rinvenuto il corpo del giovane. Gli agenti delle Forze dell’Ordine hanno rinvenuto gli effetti personali del ragazzo, lo scooter Malaguti Phantom F12 rosso, il portafoglio e la sua giacca grazie ad un pescatore che, trovatili non lontano dal Salmoggia, li ha consegnati alla caserma. Gli investigatori si sono, dunque, serviti di cani molecolari che hanno aiutato nelle ricerche. Rinvenuto il corpo del giovane, la Procura presso il Tribunale dei Minori ha aperto un fascicolo d’indagine con l’ipotesi di omicidio.

Leggi tutte le notizie di ViaggiNews anche su Google News

Marta