CONDIVIDI
crollo ponte genova
(screenshot video)

Crollo Ponte Genova: non abbiamo nessun video di Autostrade, risolto il mistero su cosa è successo alle telecamere quella mattina.

Nessuna manomissione nel video di Autostrade che avrebbe dovuto mostrare il momento esatto del crollo del Ponte Morandi di Genova. Nelle scorse ore, è stato messo online un nuovo video girato dalle telecamere di sicurezza e diffuso dalla Polizia di Stato nel quale si vede il momento esatto del disastro. Sempre le forze dell’ordine chiariscono ora che il black out delle telecamere di Autostrade è legato al maltempo di quel giorno. Questo il risultato delle indagini della Squadra Mobile di Genova.

Leggi anche –> Genova, Crollo Ponte Morandi, Nuovo Video: ecco il momento in cui è crollato tutto

Cosa è accaduto alle telecamere sul Ponte Morandi

Stando a quanto appurato dalle indagini, infatti, sembra che la mattina del 14 agosto per diverse volte la centralina elettrica che alimentava le due telecamere aveva avuto problemi. Nello specifico, il salvavita era scattato più volte per poi ripartire. Intorno alle 11.30, quindi a pochi minuti dal collasso del ponte, una ‘nuvola’ di pioggia si è abbattuta anche sulla centralina e a causa del carico d’acqua la prima telecamera non era più ripartita, mentre la seconda, che stava riprendendo lo svincolo, si è girata verso il ponte quando l’addetto al controllo delle immagini si è accorto che diverse auto procedevano contromano.

A quel punto, ha virato appunto la seconda telecamera verso il ponte, che però era già crollato. Inoltre, viene del tutto esclusa l’ipotesi del fulmine che in più occasioni era stata in qualche modo rilanciata in queste settimane. I tecnici di Arpal hanno concluso la mappatura delle saette cadute quel giorno: la più vicina è arrivata a circa un chilometro dal luogo del disastro.

Potrebbe anche interessarti –> Crollo di Genova, sopravvissuti dopo 4 ore sepolti vivi: ora ci sposiamo

Leggi tutte le nostre notizie su Google News