Home News Bimbo di sei anni difende l’amico, per lui finisce malissimo

Bimbo di sei anni difende l’amico, per lui finisce malissimo

CONDIVIDI

Bimbo di sei anni difende l'amico, per lui finisce malissimoUn bimbo di sei anni si è opposto ad una banda di bulli che stava tormentando un suo amico, questi lo hanno aggredito e lo hanno mandato in ospedale con una frattura al braccio.

Un atto di eroismo contro dei bulletti che malmenavano un suo amico è costato un frattura ad un braccio ed una commozione cerebrale ad un bambino di appena 6 anni. La violenta aggressione del branco ai danni del bambino è avvenuta a Washington mercoledì scorso. Carter English, bambino autistico di 6 anni originario di Olympia, stava giocando con un amico nel parchetto del residence che si trova sotto casa quando una banda di bulli ha cominciato a molestare e colpire il bimbo che giocava con lui. Carter ha urlato loro di smetterla e si è frapposto tra loro e l’amico, questi si sono allora accaniti contro di lui lanciandogli bastoni, sassi e segatura negli occhi prima di salirgli addosso e cominciare a malmenarlo. Il risultato della brutale ed immotivata aggressione è stata la frattura ad un braccio ed una commozione cerebrale.

Bambino difende un amico e viene aggredito dai bulli: “Adesso ho paura”

Dopo l’accaduto Carter è stato trovato dalla madre, Dana English, che sconvolta dall’accaduto e terrorizzata che il figlio potesse essere in pericolo di vita lo ha portato immediatamente all’Harbourview Medical Center di Seattle per farlo medicare. Il piccolo è stato ricoverato per qualche giorno, gli è stato ingessato il braccio e probabilmente dovrà sottoporsi ad un’intervento chirurgico. In attesa dell’intervento il piccolo ha fatto ritorno a casa e adesso ha il terrore di uscire: “Stavano facendo i prepotenti con il mio amico e lo stavano picchiando gli avevo soltanto detto di smetterla e per questo mi hanno picchiato”, ha raccontato il piccolo eroe ad ‘ABC7’. La polizia nel frattempo ha aperto un’indagine sull’accaduto e medita di coinvolgere i servizi sociali, dato che gli aggressori sarebbero tutti sotto i 10 anni.