CONDIVIDI
Arianna Barbieri e la lotta contro il cancro: l'annuncio della nuotatrice
(Instagram)

Arianna Barbieri ha lottato duramente contro il cancro perdendo la possibilità di partecipare alle recenti competizioni, adesso l’annuncio della nuotatrice che ha il sapore di una vittoria.

Mentre gli atleti azzurri mostravano i muscoli agli Europei di Glasgow, dimostrando che il movimento italiano di nuoto ha un eccezionale ricambio generazionale, Arianna Barbieri che tra quegli atleti ci sarebbe dovuta essere era impegnata nella lotta più importante della sua vita, quella contro il cancro. Una battaglia quella della nuotatrice di Camposampiero olimpionica a Londra che pare si sia conclusa per il meglio, vedendola vincitrice dopo un calvario durate 7 mesi. Ad annunciarlo è la stessa Arianna che in un post su Instagram scrive: “Con oggi finisco un periodo fatto di prelievi , pastiglie, punture , flebo , attese (tante) , dubbi ,pianti, nausea, stanchezza, tristezza, sconforto , picchi e ricadute. Un calvario di nome linfoma di Hodgkin”.

Arianna Barbieri e la vittoria sul cancro: “Si volta pagina, ci vediamo in piscina”

Arianna Barbieri è cresciuta nuotando, il suo talento è sbocciato agli Europei del 2012 che si sono tenuti in Ungheria, a Debrecen, dove ha portato a casa 3 argenti nei 50 e nei 100 dorso, e nella 4×100 mista. Quello stesso anno è andata alle Olimpiadi di Londra, ottenendo come risultato il 13° posto nei 100 dorso. Quest’anno le sarebbe piaciuto mostrare che poteva essere competitiva agli Europei, ma la malattia (un linfoma di Hodgkin) non glielo ha permesso.

Nel post in cui annuncia la fine del periodo di cura, Arianna mostra positività e spiega di essere riuscita a trarre una lezione anche da questa esperienza negativa: “Siccome siamo padroni del nostro destino solo in parte, ho preso ciò che mi arrivava e ho cercato di accoglierlo al meglio. Per me questa malattia è stata un’arma a doppio taglio, una possibilità che la vita mi ha dato per crescere ed amarla sempre di più, una sfida e un’occasione per conoscere me stessa. Tantissime persone mi hanno aiutato nei momenti peggiori , anche solo con un piccolo pensiero e vi ringrazio davvero tanto”. Ciò che importa però è che questo periodo sia finito e lei possa tornare nuovamente in vasca: “Ora inizia una vita nuova, un voltare pagina riprendendo da quello che ho lasciato e che amo di più. Ci vediamo in piscina”.

 

22/01/2018 10/08/2018 Queste sono le date di inizio e di fine di questa mia ultima esperienza di vita. Con oggi finisco un periodo fatto di prelievi , pastiglie, punture , flebo , attese (tante) , dubbi ,pianti, nausea, stanchezza, tristezza, sconforto , picchi e ricadute. Un calvario di nome linfoma di Hodgkin. Siccome siamo padroni del nostro destino solo in parte, ho preso ciò che mi arrivava e ho cercato di accoglierlo al meglio. Per me questa malattia è stata un’arma a doppio taglio, una possibilità che la vita mi ha dato per crescere ed amarla sempre di più, una sfida e un’occasione per conoscere me stessa. Tantissime persone mi hanno aiutato nei momenti peggiori , anche solo con un piccolo pensiero e vi ringrazio davvero tanto❤️. Ora inizia una vita nuova , un voltare pagina riprendendo da quello che ho lasciato e che amo di più. Ci vediamo in piscina…

Un post condiviso da Arianna Barbieri (@aribarbi) in data: