CONDIVIDI

Incredibile tromba d’aria nel Salento. Tantissimi i danni a causa della pioggia battente, un ragazzo è stato raggiunto da un fulmine

Nuova ondata di maltempo sul Salento. Acquazzoni, temporali e una tromba d’aria durante il pomeriggio hanno colpito la parte meridionale della costa ionica salentina. Tantissimi i danni registrati, inoltre un ragazzo di 24 anni, Manuel Antonio Cardone, di Napoli, è stato colpito da un fulmine. Si trovava nella località Punta Prosciutto, vicino ad un palo della luce quando è stato raggiunto da un fulmine. Secondo quanto ricostruito gli amici hanno sentito un boato e Manuel cadere a terra svenuto. Per i vigili del fuoco il ragazzo potrebbe essere stato colpito direttamente dal fulmine o il fulmine colpendo il palo ha scaricato a terra l’energia elettrica che lo ha investito. Ora è ricoverato presso l’ospedale di Manduria, in provincia di Taranto ma non è in pericolo di vita.

Maltempo Salento, tantissimi i danni registrati

Tantissimi i disagi a causa del maltempo. A Santa Caterina e a Santa Maria al Bagno e in gran parte del centro urbano di Nardò intorno alle 15 c’è stato un black out che ha lasciato senza energia elettrica migliaia di famiglie. Black out anche nella zona di Galatone, Aradeo e Seclì. Allagato il villaggio di Baia Verde, a Gallipoli. Sono bastati una ventina di minuti di pioggia abbondante e di acquazzoni che hanno interessato diverse zone del Basso Salento, da Alliste, Casarano e Melissano e risalendo verso Ugento e Gallipoli. Per goliardia alcune persone, terminato l’acquazzone, hanno deciso di utilizzare canoe e salvagenti per spostarsi da una parte all’altra causa allagamenti. La tromba d’aria che ha colpito Manuel Antonio Cardone ha percorso tutto il litorale. Partita da Ugento è arrivata fino a Porto Cesareo provocando la caduta di alberi e pali della segnaletica e della luce.