CONDIVIDI

Sara Francesca Basso

Sara Francesca Basso, la 13enne annegata a Sperlonga nella piscina di un Grand Hotel: shock per la sua morte

Bella, bellissima, una vita giovanissima e piena di promesse che non c’è più, per un motivo davvero inconcepibile. Non ce l’ha fatta Sara Francesca Basso a sopravvivere all’assurdità di un bocchettone di una piscina di Sperlonga, che all’improvviso impazzisce e ti risucchia in basso, nella profondità dell’acqua di una piscina, dove provi a venir fuori con tutte le tue forze ma proprio non è possibile, perché la macchina, quando impazzisce, è più forte dell’uomo. C’è sgomento, c’è shock fra i familiari e gli amici di Sara Francesca Basso, la ragazzina di 13 anni originaria di un paesino in provincia di Frosinone, Morolo, che stava passando una tranquilla giornata di vacanza e relax insieme ai suoi genitori al Virgilio Grand Hotel di Sperlonga. Poi, d’improvviso, intorno alle 17 il dramma: il bocchettone di aspirazione della piscina impazzisce, inizia ad aspirare e la trascina verso il basso. Tempestivo l’intervento di un turista americano ospite della struttura, che con una fatica sovraumana riesce a tirarla su, quando però purtroppo era troppo tardi.

Sara Francesca Basso e la piscina killer di Sperlonga

Sara Francesca Basso aveva solo 13 anni ed era a Sperlonga in vacanza con mamma e papà. Il suo ultimo bagno in piscina, ieri pomeriggio, le è stato fatale. Quando i soccorsi l’hanno tirata fuori da quell’inferno d’acqua nel quale era precipitata senza alcuna spiegazione logica, Sara aveva bevuto già troppa acqua. Un medico ospite dell’albergo ha provato a rianimarla, è riuscito anche a farla respirare di nuovo. Poi il trasporto disperato in eliambulanza al Policlinico Gemelli di Roma e la lotta disperata per la vita in una serata drammatica. Stanotte alle 4 Sara è spirata, non ce l’ha fatta a sopravvivere. Adesso si cerca di capire cosa possa essere accaduto, come sia possibile che un bocchettone di una tranquilla piscina di un tranquillo hotel di una tranquilla località turistica si sia trasformato in un killer spietato, che non ha lasciato scampo ad una ragazzina di 13 anni che si stava godendo un po’ di vacanza. Una vacanza che per i suoi familiari si è trasformata in un incubo.