CONDIVIDI
(Photo credit should read TIZIANA FABI/AFP/Getty Images)

Nell’ospedale di Sessa Aurunca (Caserta) un immigrato ricoverato in ospedale ha ucciso un altro paziente senza alcuna ragione.

Attimi di panico e follia nella mattinata di Sessa Aurunca, piccolo paesino campano in provincia di Caserta, dove un paziente di un’ospedale psichiatrico è stato ucciso da un immigrato africano appena ricoverato nello stesso reparto. L’immigrato era stato ricoverato nel reparto psichiatrico dell’ospedale campano appena ieri sera per gravi deficienze mentali, passata la notte l’uomo si è scagliato contro un paziente di 77 anni da tempo ricoverato nel reparto e lo ha ucciso a mani nude.

Caserta: immigrato impazzisce ed uccide paziente a caso

Secondo quanto appreso dalla cronaca locale l‘immigrato (la cui identità non è ancora stata scoperta) era stato fermato la sera prima dai carabinieri per via di comportamenti fuori dalla norma. Quando i militari si sono resi conto che l’uomo non era in grado di ragionare e che il suo stato di agitazione faticava a placarsi hanno deciso di portarlo all’ospedale psichiatrico per una visita di controllo.

La mattina successiva al ricovero, intorno alle 7:10, l’uomo si è svegliato e si è avventato sull’unica persona che si trovava a portata, un paziente nativo di Falciano del Massico. Appena cominciata l’aggressione i Carabinieri presenti in zona sono intervenuti ed hanno cercato di fermare l’aggressore che, in preda ad un raptus, non voleva sentirne di placarsi. Per arrestare la sua follia omicida è stato necessario sedarlo e nel farlo i militari intervenuti hanno anche riportato qualche contusione. In questo momento l’immigrato si trova sedato ed ammanettato a letto, nel frattempo i Carabinieri indagano sull’accaduto nel tentativo di identificare l’uomo.