CONDIVIDI
Treno
(ALESSANDRO CONTALDO/AFP/Getty Images)

Le indagini sullo scontro tra il tir ed il treno in provincia di Torino hanno portato la polizia ad indagare l’autista del camion per disastro ferroviario.

Si chiama Darius Zuijs l’autista del camion lituano che nella serata di ieri ha oltrepassato la linea ferroviaria Ivrea-Torino causando il deragliamento dello stesso. L’uomo è indagato per disastro ferroviario poiché è risultato negativo all’alcol test fatto successivamente all’incidente. A causa dell’incidente sono morti il macchinista e l’autista del mezzo di scorta e sono almeno 18 le persone rimaste ferite.

Treno contro Tir: la dinamica del disastroso incidente

Secondo quanto riferito nella nottata di ieri, l’incidente si è verificato intorno alle 23:30 all’altezza del passaggio a livello che attraversa le strade di Caluso, paese in provincia di Torino. A quanto pare l’autista del tir con trasporto eccezionale sarebbe passato  attraverso la linea ferrata nonostante ci fossero le luci lampeggianti accese. L’uomo avrà pensato di riuscire a passare in tempo prima che le sbarre si abbassassero, ma dato che ha dovuto affrontare l’attraversamento lentamente a causa della merce che trasportava è rimasto incastrato sulle rotaie una volta che le sbarre si sono abbassate. A quel punto è stato praticamente inevitabile lo scontro con il treno, il cui macchinista non ha potuto fare nulla per evitare il mezzo.

Quando il macchinista si è accorto del mezzo sulle rotaie ha provato a frenare la corsa del treno, ma il suo tentativo è stato vano e l’urto violento al punto da farlo deragliare sulle strade del paese piemontese. A bordo del treno c’erano 30 passeggeri che erano saliti alla stazione ferroviaria precedente, quella di Porta Nuova, per tornare a Torino. Di questi 18 sono rimasti feriti e sono stati trasportati in ospedale. Una tragedia, insomma, che poteva essere evitata se l’autista fosse stato lucido al punto da capire che non aveva il tempo di oltrepassare il passaggio a livello prima dell’arrivo del treno.