CONDIVIDI
Treno
(ALESSANDRO CONTALDO/AFP/Getty Images)

Treno investe tir a Torino, due morti e 18 feriti: ipotesi errore umano. 

Si sta ancora indagando sull’immane tragedia avvenuta a Torino dove c’è stato un tremendo scontro tra un treno e un tir che si trovava fermo sui binari. L’incidente è avvenuto mercoledì sera per la precisione a Caluso, in provincia di Torino, e ha provocato il deragliamento delle tre vetture di testa del convoglio ferroviario. Il bilancio è molto grave e parla di due morti e 18 feriti. le due persone decedute sono il macchinista del treno e un autista di un furgone di supporto al tir che trasportava un carico eccezionale.

Treno investe tir a Torino, prime ipotesi: errore umano dell’autista

L’incidente è avvenuto ieri sera intorno alle 23,20 sulla linea tra Torino e Ivrea. Il treno regionale si è trovato davanti fermo sui binari un tir con un trasporto eccezionale e l’impatto devastante è stato a quel punto inevitabile. Sul treno, l’ultimo della giornata per quella tratta, c’erano circa 30 passeggeri tutti saliti alla stazione di Porta Nuova. Una prima ipotesi sulle cause di quanto accaduto parla di errore umano da parte dell’autista del tir. Infatti in base alle prime ricostruzioni effettuate anche con l’ausilio di alcuni testimoni oculari il tir che trasportava container e aveva targa lituana avrebbe attraversato il passaggio a livello nonostante il semaforo fosse rosso. Le sbarre non erano ancora giù, ma il semaforo e i lampeggianti indicavano che di lì a poco sarebbe arrivato il treno. Ciò nonostante il tir ha provato comunque a passare. Il mezzo pesante procedeva a passo d’uomo con l’ausilio di personale a piedi che aiutava nelle operazioni di attraversamento quando improvvisamente le sbarre si sono chiuse e il tir è rimasto incastrato e fermo sui binari. Lo scontro è stato di una violenza inaudita, i vagoni ammassati uno sopra l’altro, i passeggeri incastrati tra le lamiere. Una scena apocalittica per una tragedia senza dubbio evitabile.