Selvaggia Lucarelli attacca Chef Rubio testimonial contro il bullismo

Chef Rubio
(Facebook)

Selvaggia Lucarelli attacca Chef Rubio testimonial contro il bullismo. 

Selvaggia Lucarelli si scaglia contro Chef Rubio, al secolo Gabriele Rubini. E lo fa perché il volto noto dei fornelli e della tv, ex giocatore di rugby, è stato nominato testimonial di Amnesty International – Italia per la lotta contro la violenza sulle donne e contro il bullismo tra gli adolescenti e sul web. La Lucarelli svela il passato di Chef Rubio e spiega il motivo per cui uno come lui non avrebbe alcun titolo per parlare di bullismo e violenza contro le donne.

Lucarelli contro Chef Rubio, ecco i motivi

“Chef Rubio spiega che bisogna educare i ragazzini all’uso dei social. Lui, che cominció ad offendermi sistematicamente quando feci chiudere il gruppo di suoi amici “Fabbrica del degrado” il cui nome dice tutto , gruppo che si divertiva a raccogliere e diffondere foto e video porno di maggiorenni e non, i cui fondatori mi chiesero di non fare i nomi in ginocchio per non essere sputtanati a vita. Non so com’è, ma ultimamente è la saga del testimonial improbabile. Amici di Amnesty, ce la fate a scegliere un uomo testimonial che non sia bullo e che non insulti le donne? Ce lo meritiamo o no? Grazie”. 

LA Lucarelli ha poi postato il video messaggio di Chef Rubio nelle vesti di ambasciatore di Amnesty con questo commento: “Purtroppo i nostri figli sono sempre stati più deboli a causa della protezione eccessiva dei genitori e incapaci di difendersi”. Eh?!?! Cioè, è finita che i genitori si devono fare i fatti loro altrimenti i figli non imparano a menare. Un genio”. Ecco il video incriminato: