CONDIVIDI
cronometro trento rovereto
(THOMAS COEX/AFP/Getty Images)

Giro d’Italia 2018, la diretta della sedicesima tappa: vincitore e maglia rosa live e aggiornamenti in tempo reale sulla cronometro da Trento a Rovereto.

Dopo la sosta del lunedì, si corre oggi la 16esima tappa della 101a edizione del Giro d’Italia, una delle corse a tappa di ciclismo più notte al mondo. Si tratta di una cronometro individuale da Trento a Rovereto, lunga 34,2 km, una corsa contro il tempo adatta soprattutto agli specialisti di questa specialità. Infatti, tra i favoriti ci sono i più forti e i più in forma su questo tipo di distanze, ovvero Tony Martin, Rohan Dennis, che già in questo Giro ha indossato la maglia rosa, e Tom Dumoulin, vincitore della corsa a tappe nel 2017. La maglia rosa è saldamente sulle spalle di Simon Yates, che domenica ha impressionato ancora vincendo in solitaria la sua terza tappa, con arrivo a Sappada, ma oggi qualche cambiamento in testa potrebbe esserci.

Leggi anche –> Giro d’Italia 2018: le tappe e il percorso completo

Cronometro Trento-Rovereto: vincitore e maglia rosa

Questo è l’ordine di partenza dei primi dieci in classifica generale:
KONRAD Patrick; BILBAO LOPEZ DE ARMENTIA P.; BENNETT George; FROOME Chris; CARAPAZ Richard; LOPEZ MORENO Miguel Angel; PINOT Thibaut; POZZOVIVO Domenico; DUMOULIN Tom; YATES Simon Philip. I migliori in classifica partono tra le 16.03 e le 16.30.

La prima parte vede dominare uno specialista vero: Tony Martin, tedesco della Katusha, si piazza infatti in testa praticamente subito con il tempo di 40:14. Ma il vero capolavoro lo fa il sardo Fabio Aru, grande delusione fino a oggi di questo Giro d’Italia: nei giorni scorsi, infatti, aveva accumulato dei grossi ritardi, mentre in una tappa che di certo non è la sua specialità perde solo 23 secondi dalla leadership, giungendo terzo sul traguardo. Aru recupererà qualcosa oggi, ma difficilmente rientrerà in classifica: aveva oltre 25 minuti alla partenza. Miguel Angel Lopez, Carapaz e Bennett, anche loro non propriamente degli specialisti, perdono molto da Tony Martin e Rohan Dennis, che nel frattempo è partito e sta dando una prova di forza. Infatti, sul traguardo arriva con un tempo di 40 minuti esatti e si piazza davanti a tutti. Ora sul traguardo dovranno arrivare i primi dieci in classifica generale.

Konrad all’arrivo accusa 2.37 di ritardo dal leader della tappa, Rohan Dennis, che quindi recupererà oggi alcune posizioni. Armentia, invece, tiene bene e di minuti ne perde solo 1.40. Oltre tre minuti lo svantaggio di George Bennett, mentre Froome arriva a 35 secondi dalla leadership, scavalcando Fabio Aru. Male Carapaz, che di minuti ne perde tre. Perde invece quindici secondi in meno Miguel Angel Lopez. Pessima la prova di Thibaud Pinot, che perde tantissimo da Domenico Pozzovivo: l’azzurro guadagna 27 secondi su Lopez e addirittura un minuto dal francese. Dumoulin chiude terzo, dietro a Rohan Dennis e Tony Martin. Simon Yates perde poco più di un minuto da Dumoulin e mantiene 56 secondi di vantaggio. Bravissimo Pozzovivo, che ha 3.11 minuti, quarto Froome, addirittura sesto Rohan Dennis.

A cura di Gabriele Mastroleo