CONDIVIDI

Tragedia di Chieti, ultimi aggiornamenti, la bimba è morta sul colpo. Dopo la morte della convivente dell’uomo che minaccia il suicidio, si apprende ora il decesso della piccola.

Tragedia di Chieti, la bimba è morta sul colpo

Ancora un tragico aggiornamento sulla vicenda dell’uomo che ha gettato dal viadotto sull’autostrada A14 una bambina e che minaccia in queste ore il suicidio.
La bimba, che è stata gettata dal ponte sul viadotto, di nome Ludovica, di 12 anni di età, figlia della convivente dell’uomo deceduta stamattina all’ospedale di Chieti dopo essere precipitata dal quarto piano del loro appartamento, è morta.

La vicenda è avvenuta nella contrada Vallemerlo, in provincia di Chieti.
Gettata dall’uomo da un’altezza di circa 40 metri, la bimba è morta sul colpo.

Dopo aver compiuto il terribile gesto, l’uomo, Fausto Filippone, di 49 anni, ha urlato a chi tentava di soccorrerlo di andare via minacciando di uccidersi lui stesso.

Secondo le prime ricostruzioni di quanto è avvenuto, l’uomo ha scavalcato quella stessa rete di protezione alla quale è attualmente aggrappato, poggiando con i piedi su una soletta di cemento.

E’ un mediatore che, collocato di fronte a lui sull’autostrada chiusa al transito, tenta in queste ore di parlare con l’uomo che continua ad urlare ai soccorritori di non avvicinarsi alla piccola, di cui ancora non si conoscono le condizioni.

Accorsi sul posto inoltre alcuni parenti dell’uomo, tra i quali la sorella che sta tentando di avere con lui un contatto e il sostituto procuratore di Chieti, Lucia Campo.

Nel frattempo l’autostrada A14 è stata riaperta al transito con deviazione sulla carreggiata Nord per un tratto di tre chilometri tra i caselli di Pescara Ovest e Pescara Sud Francavilla.
BC