CONDIVIDI
Aurelia, automobilista lancia l'allarme: "Ho visto un uomo lanciare una bambina"
(Websource/Archivio)

Nel corso del pomeriggio di ieri un’automobilista ha allertato le forze dell’ordine dicendo di aver visto un uomo lanciare una bambina oltre un cavalcavia.

Una donna viaggiava sull’Aurelia quando, giunta all’altezza di Villanova d’Albenga, avrebbe visto un uomo intento a lanciare una bambina da un viadotto. Secondo la testimonianza offerta dalla donna l’uomo, di carnagione scura e con la barba incolta, portava in braccio una neonata e dopo essersi avvicinato al guardrail l’avrebbe sollevata oltre la delimitazione e dunque il timore era che l’avesse lasciata cadere. La stessa segnalazione è stata confermata dal marito della donna che ha percorso la stessa strada a pochi minuti di distanza, anche in questo caso non c’è prova che l’uomo abbia effettivamente proceduto all’orribile gesto ma la semplice conferma che questo si trovava sulla strada ad alta percorrenza con in braccio una bambina.

Aurelia, uomo getta bimba: le ricerche della polizia

Data la gravità della segnalazione le forze dell’ordine si sono immediatamente mobilitate per cercare il corpo della bambina al di sotto del viadotto. Nella ricerca, durata all’incirca 3 ore, sono anche stati utilizzati i cani molecolari. Ciò nonostante della bambina non sono state trovate tracce. Le ricerche sono state quindi interrotte e non è chiaro se verranno riprese o se, data l’alta probabilità che si sia trattato di un falso allarme, non si procederà ad ulteriori controlli.

Resta da capire il perché della segnalazione della donna, è possibile che questa non abbia percepito correttamente cosa stesse succedendo dato che si trovava in transito quando ha scorto l’uomo sul bordo della strada. Dunque che abbia pensato il peggio senza effettivamente aver visto cosa stesse capitando. L’altra ipotesi è che si sia trattato di una falsa segnalazione in tutto e per tutto e che l’uomo con la bambina in braccio non sia mai stato sul tratto ad alta percorrenza nei pressi di Savona. In ogni caso, al momento l’allarme è rientrato e non ci sono motivi per credere che una bimba si trovi in pericolo.