CONDIVIDI
giro italia sesta tappa etna
(LUK BENIES/AFP/Getty Images)

Giro d’Italia 2018, la diretta della quinta tappa: vincitore e maglia rosa live e aggiornamenti in tempo reale sulla frazione che da Caltanissetta arriva sull’Etna.

Sesta tappa della 101a edizione del Giro d’Italia, una delle corse a tappa di ciclismo più notte al mondo, insieme al Tour de France e alla Vuelta spagnola. La tappa, lunga 164 km da Caltanissetta all’Etna (Osservatorio Astronomico), mostrerà sicuramente i reali valori dei ciclisti e chi punta alla vittoria finale e alla maglia rosa. Particolarmente impegnativa, ovviamente, l’ascesa lunga 15 km, con pendenza media del 6,5% e massima del 15%. Ieri la seconda tappa siciliana è andata a Enrico Battaglin. Secondo sul traguardo arriva Giovanni Visconti. Rohan Dennis ha mantenuto la maglia rosa, restando insieme a Tom Dumoulin sullo strappo finale.

Scopri tutto su questa edizione del Giro d’Italia –> Giro d’Italia 2018: le tappe e il percorso completo

La tappa Caltanissetta-Etna dal vivo: vincitore e maglia rosa

La tappa è stata caratterizzata da una fuga che ha coinvolto 28 corridori. Questi i loro nomi: Chad Haga e Sam Oomen (Sunweb), Mickael Cherel, Nico Denz e Quentin Jauregui (AG2R La Mondiale), Francesco Gavazzi e Marco Frapporti (Androni – Sidermec), Giulio Ciccone e Alessandro Tonelli (Bardiani – CSF), Sebastien Reichenbach e Jeremy Roy (Groupama – FDJ), Ben Hermans e Ruben Plaza (Israel Cycling Academy), Esteban Chaves e Jack Haig (Mitchelton – Scott), Dayer Quintana (Movistar), Jacques Janse Van Rensburg (Dimension Data), Joe Dombrowski (EF – Drapac), Robert Gesink (Lotto NL – Jumbo), David De La Cruz e Sergio Henao (Sky), Niklas Eg (Trek), Jan Polanc, Manuele Mori e Diego Ulissi (UAE Team Emirates) ed Edoardo Zardini (Wilier – Selle Italia). Il gruppo di testa ha accumulato oltre tre minuti di vantaggio nella prima parte del percorso. Questo ha consentito a Diego Ulissi, che già si era mosso ieri in vista del traguardo finale, di guadagnare la maglia rosa virtuale. Infatti alla partenza aveva 47″ di ritardo dalla Maglia Rosa Rohan Dennis.

Sull’ultima ascesa, quella dell’Etna, sembrano profilarsi due gare, una tra i fuggitivi per la vittoria di tappa, una per la maglia rosa. Il gruppetto dei 28 si frammenta lentamente e partono in quattro, tra cui Chaves. Poi però, grazie all’azione di Giulio Ciccone i migliori tra i fuggitivi si ricompattano a 11 km dal traguardo. L’abruzzese ha poi rilanciato l’azione. A sette km dal traguardo, restano in sette, tra cui Diego Ulissi, che così fino a questo punto è ancora maglia rosa virtuale, con pochi secondi di vantaggio su Dennis. A sei km dal traguardo ancora uno scatto di Ciccone, il più combattivo per la vittoria di tappa. Tocca poi al colombiano Chaves scattare, agganciando l’abruzzese e in questo modo andando lui a indossare la maglia rosa virtuale. Miguel Angel Lopez dell’Astana è il primo a muoversi nel gruppo dei migliori: fa subito il vuoto e restano in 12, tra cui Fabio Aru e Domenico Pozzovivo. Poi tocca a Dumoulin provare a fare ulteriore scrematura, staccando temporaneamente il sardo dell’UAE Team Emirates. A tre km scatta Pozzovivo, che cerca di fare il vuoto insieme a Bennett con Yates e Pinot. Chaves intanto mantiene una trentina di secondi di vantaggio. Gli ultimi chilometri sono una battaglia tra i migliori. A un chilometro e mezzo dal traguardo, scatta Simon Yates, che si lancia all’inseguimento del suo compagno di squadra Chaves. Lo raggiunge, ma gli concede la vittoria di tappa. Pinot chiude terzo a 26″ e si prende 4″ di abbuono. Con lui anche Pozzovivo, Domoulin, Froome e Aru, che hanno limitato i danni. Simon Yates è la nuova maglia rosa.

A cura di Gabriele Mastroleo