CONDIVIDI

datagate facebook scandalo elezioni

Facebook, attenzione alla PRIVACY! Ecco come tutelare i propri dati
Paura, eh? Gli ultimi sviluppi del caso Facebook stanno riportando di nuovo in auge una serie di questioni sul trattamento dei dati personali che spesso non teniamo in debita considerazione. Gestire la privacy su Facebook è fondamentale, onde evitare spiacevoli inconvenienti ma anche nel caso in cui ci fosse da scongiurare un semplice passaggio di dati come quello che è stato oggetto del recente scandalo con Cambridge Analytica. Ci sono diversi modi per tutelare la privacy su Facebook e aumentare la riservatezza dei dati. Basta accedere alle impostazioni del proprio profilo e verificare attentamente quali informazioni personali sono visibili e quali sono nascoste. Potete anche decidere di cancellarvi da Facebook, se proprio non volete essere tracciati, ma in questo breve tutorial vi spiegheremo come fare per far sì che la vostra privacy su Facebook non sia alla mercé di chiunque. Sconfiggere eventuali hacker è decisamente più complesso, ma spesso basta qualche piccolo accorgimento per stare decisamente più sereni!

In primo luogo accertatevi che i vostri post più personali, come foto e dati sensibili, non siano pubblici. Quando pubblicate un aggiornamento, di fianco all’orario in cui è stato postato, c’è un’iconcina che di partenza è una sorta di mini mappamondo. In quel caso il vostro post è pubblico. Se ci cliccate sopra potrete scegliere l’opzione “solo amici” o “amici tranne”, che vi consente di escludere solo determinati profili dalla visualizzazione di quel determinato post. Ma anche già al momento della pubblicazione Facebook vi dà la possibilità di scegliere le impostazioni di diffusione. Cliccate sul mini-mappamondo con su scritto “Tutti” e cambiate le impostazioni. Facile, no?

Tutelare la privacy su Facebook: come modificare le impostazioni

privacy Facebook
Un esempio di impostazioni sulla privacy di Facebook

Quando impostate la privacy su Facebook ci sono poi le informazioni personali, quelle che potete decidere di dire o non dire quando siete su Facebook. Ricordate che non siete né in tribunale né all’anagrafe: il social richiede alcuni dati personali importanti, come ad esempio la data di nascita e i vostri gusti personali, ma se non volete mostrarli al pubblico non siete certo obbligati a farlo! Entrate nelle informazioni di base del vostro profilo, cliccate sulla solita iconcina “Pubblica” e selezionate se ogni informazione deve essere visualizzata da tutti, dagli amici o solo da voi. Lì potrete anche selezionare se c’è qualche amico in particolare a cui volete bloccare una determinata visualizzazione. Altra opzione che potete scegliere è quella di nascondere la lista degli amici. Basta cliccare sull’icona della matita che si trova in cima al riquadro “Amici”, selezionare “Modifica privacy” e impostare su “Amici” o “Solo io” il livello di visibilità della lista. Ma non ci sono soltanto queste impostazioni per salvaguardare la propria privacy su Facebook. Altra opzione interessante è il controllo tag: ogni volta che sarete taggati da qualcuno in un post avrete modo di decidere se accettare o meno che quel determinato post compaia sul vostro profilo o se debba essere nascosto. Selezionare la voce “Diario” e “aggiunta di tag”, poi impostare “sì” sull’opzione “Vuoi controllare i post in cui ti taggano gli amici prima che vengano visualizzati sul tuo diario?”. Si può anche scegliere “solo io” all’impostazione “Chi può scrivere sul tuo diario?”. Addirittura, se pensate che il vostro profilo sia oggetto di accessi “indesiderati”, potete impostare un’approvazione degli accessi che richiede l’inserimento di un codice di sicurezza quando si entra da una postazione non sicura. Pochi accorgimenti ma utili per evitare che qualcuno approfitti di voi e dei vostri dati personali!