CONDIVIDI

Fabrizio Corona non trova pace. E’ da poco uscito dal carcere, ma per colpa di alcune foto postate sui social rischia ora di dover tornare in galera.

Fabrizio Corona
(PATRICIA DE MELO MOREIRA/AFP/Getty Images)

Sembra incredibile, ma per alcune foto pubblicate sui social Fabrizio Corona rischia di dover tornare in carcere e di vedersi dunque revocata l’affidamento terapeutico che gli era stato concesso.

Fabrizio Corona posta foto sui social: “Deve tornare in carcere”

Fabrizio Corona ci ricasca e a pochi giorni dalla sua liberazione rischia di dover tornare in carcere per non aver rispettato alcune regole che gli erano state imposte dal giudice. Nel momento in cui il giudice gli aveva concesso l’affidamento terapeutico fuori dal carcere di San Vittore, gli aveva anche imposto alcune regole. Tra queste anche il divieto assoluto di fare attività sui social network. Corona poche ore dopo aver ottenuto l’agognata libertà ha pensato bene di infrangere questa regola pubblicando una foto di lui che esce dalle porte del carcere e un video su Facebook e su Instagram.

Fabrizio Corona posta foto sui social: le dure richieste del giudice

La Procura di Milano non ha affatto preso bene questo gesto di Fabrizio Corona interpretato come l’ennesimo atto dimostrativo, l’ennesima intollerabile provocazione verso il sistema giudiziario italiano. Così il sostituto procuratore generale Antonio Lamanna ha chiesto ufficialmente la revoca dell’affidamento terapeutico e l’immediato rientro in carcere di Corona. Ora si attende la decisione in merito da parte del giudice della Sorveglianza Simone Luerti.

Fabrizio Corona posta foto sui social:il commento della fidanzata Silvia Provvedi

Nelle ore scorse aveva parlato anche la fidanzata di Corona Silvia Provvedi: “Fabrizio è stato scarcerato il 21 febbraio scorso dopo aver passato 16 mesi a San Vittore, non chiedetevi se abbiamo subito fatto l’amore, perché è stato come la prima volta. Fabrizio ricomincia da alcune privazioni e da altre soddisfazioni: niente interviste, niente social, niente eventi né ristoranti. Andrà in un centro di recupero, la comunità Alba di Bacco, dove trascorrerà gran parte della sua giornata e potrà lavorare per tre ore. Per due giorni a settimana si recherà invece allo Smi, un istituto che cura chi soffre di dipendenze”. Purtroppo poco dopo queste parole Corona pubblicava quelle foto sui social e si giocava così quella libertà appena conquistata.

F.B.