CONDIVIDI
Getty Images

I cieli d’Europa lo scorso settembre vennero agitati dalla Ryanair che decise di cancellare per sei settimane oltre duemila voli gettando nel panico i suoi passeggeri. La diminuzione dei voli sarebbe dovuta terminare a fine ottobre, ma a novembre la compagnia irlandese annunciò che avrebbe annullato altre migliaia di voli fino a marzo 2018.

La decisione è stata presa per l’attuazione di un piano di rallentamento della crescita della Compagnia. Voleranno 25 aerei in meno ogni giorno della flotta composta da oltre 400 velivoli, per un totale secondo l’inglese Guardian di circa 18mila voli in meno.

VIDEO NEWSLETTER

Al momento la data di fine di questo piano straordinario è fissata per il 24 marzo. Da quella data quindi la piena operatività di Ryanair dovrebbe ufficialmente riprendere, ma a quanto pare non sarà così. Infatti, benché manchino ancora conferme ufficiali, la Compagnia vorrebbe far restare negli hangar almeno 10 aerei al giorno per tutto il periodo della primavera e dell’estate. 

Voli cancellati Ryanair febbraio-marzo 2018

La Ryanair avverte tramite mail – usando l’indirizzo usato per l’acquisto del biglietto – se il volo è stato cancellato. In ogni caso è stata realizzata una pagina web sul sito della Compagnia dove potete vedere tutti i voli che sono stati annullati fino al 24 marzo 2018. Inserendo il Paese di partenza vi apparirà la lista.Qui potete scaricare in pdf la lista dei voli cancellati dall’Italia.

Come detto la Ryanair ha cancellato per ogni giorno della settimana alcuni voli. Ciò significa che se prima da Milano Malpensa a London Stansted c’erano quattro voli giornalieri ora ce ne sono solo tre o due. Le rotte sulle quali sono stati ridotti i voli sono sia Nazionali sia Internazionali e riguardano voli in partenza e in arrivo da tutti gli aeroporti italiani in cui opera Ryanair.

Il numero di voli cancellati è nell’ordine delle migliaia, 25 al giorno, e riguarderà circa 400 mila passeggeri in tutta Europa.

Cosa fare in caso di volo cancellato Ryanair

Se il vostro volo figura nella lista e siete stati contattati tramite mail da Ryanair avete due opzioni a vostra disposizione: chiedere il rimborso del volo e spostarvi su un altro volo (salvo disponibilità).   La richiesta di rimborso è molto semplice: basta compilare il form online inserendo i dati immessi al momento della prenotazione ed entro 7 giorni lavorativi verrà restituita la somma spesa. Alternativamente si può chiedere di essere spostati su un altro volo della stessa rotta. Quest’operazione è gratuita ma è soggetta a disponibilità di posti. Nel caso nel giorno stesso o in quello successivo non ci fossero posti, la Ryanair vi proporrà di volare su un aeroporto alternativo adeguato nello stesso Paese e nel caso anche quest’opzione non fosse percorribile, la Ryanair vi farà volare su una delle sue compagnie partner (EasyJet, Jet2, Vueling, CityJet, Aer Lingus, Norwegian o Eurowings). E se perfino questa possibilità non andasse a buon fine la Compagnia organizzerà un viaggio alternativo con altri mezzi (bus, treno, altra compagnia aerea non partner, auto a noleggio).