CONDIVIDI

storiedicittà

Storie di città è un innovativo progetto letterario di Marco Passeri e Alida Caiello che racconta come ogni luogo abbia una storia e che questa storia assume una forma diversa secondari chi le Ascolta. Praticamente questa piattaforma Storia di Città offre la possibilità di scrivere e pubblicare racconti o poesie online localizzandoli poi su una mappa che li colloca quindi in un luogo preciso e accompagna il lettore  esattamente nel posto in cui le storie sono state ambientate. Si parte così alla volta di un viaggio che ha appassionato tantissimi scrittori o aspiranti tali.

Su Twitter impazza l’hashtag #scrivostoriedicittà da parte di utenti che lanciano nell’etere così i loro racconti e, piano piano, questa piattaforma virtuale sta letteralmente facendo impazzire il web.

Come è nato Storie di Città

I curatori si dedicano a questo progetto senza alcun scopo di lucro e lo hanno definito una sorta di rivoluzione concettuale che, grazie a internet, permette di equiparare le opere letterarie a dei monumenti. Già perché, praticamente, vi sembrerà di navigare su Google Maps, ma invece di cercare appunto dei monumenti troverete per ogni luogo particolare una piccola storia, un racconto o una poesia inerente proprio a quel determinato Paese, strada, città o piazza.

Ovviamente i curatori dichiarano di non volersi sostituire alla classica editoria e al classico libro o libreria, ma danno la possibilità di promuovere gratuitamente i propri libri inserendo quindi un link nei racconti o negli estratti.

Le regole per partecipare a Storie di Città

Allo stesso modo però c’è anche qualche regola da rispettare essendo un luogo pubblico: tutte le storie devono essere originali e ambientato in un luogo veramente esistente e preciso così da poter localizzare il racconto su questa mappa di Google. Ecco allora che con una mappa virtuale, proprio come Maps, potrete viaggiare nel mondo leggendo racconti originali che parlano di una determinata località, ispirando così il lettore che, perchè no, magari sceglierà la prossima vacanza proprio grazie a questa piattaforma. Il merito, oltre a quello di promuovere la lettura, è anche che scrivendo di luoghi magari piccoli, si sponsorizza tutta l’Italia nella sua bellezza che comprende anche luoghi remoti e piccoli borghi troppo spesso dimenticati.