CONDIVIDI
Tempesta Eleanor nel Nord della Francia (CHARLY TRIBALLEAU/AFP/Getty Images)

La tempesta Eleanor , proveniente dall’Oceano Atlantico, si è abbattuta nelle ultime ore con particolare violenza sull’Europa Nord-Occidentale colpendo soprattutto le coste dell’Irlanda e del Nord della Francia. Raffiche di vento sopra i 100 km orari hanno provocato violente mareggiare e la caduta di alberi.

Tempesta Eleanor su Francia e Regno Unito

In Francia l’allerta arancione è stata emessa in molti dipartimenti del Nord del Paese, inclusa la regione di Parigi, passando ad allerta rossa sulla zona orientale, con venti fino a 180 km orari sulle Alpi e la Corsica. La tempesta dovrebbe comunque esaurirsi oggi.

Tempesta Eleanor in Francia

Nel frattempo, la tempesta Eleanor è arrivata sul Regno Unito, con venti sopra i 161 km orari.  L’allerta meteo è stata diramata in Irlanda, Scozia, Galles e sull’Inghilterra occidentale. La BBC segnala migliaia di case rimaste senza luce in tutto il Paese. Le violente raffiche di vento stanno causando disagi alla viabilità e ai trasporti. Molti ponti sono stati chiusi e diverse strade sono rimaste bloccate a causa del vento fortissimo. Secondo il Met Office, l’ufficio per la meteorologia del Regno Unito, la situazione dovrebbe migliorare nelle prossime ore.

Tempesta Eleanor in Irlanda

Tempesta Eleanor: il meteo in Italia

La tempesta Eleanor dovrebbe esaurirsi nel Mar Tirreno settentrionale, sulla Corsica. Non è previsto il suo arrivo sull’Italia. Tuttavia le correnti provenienti dall’Atlantico porteranno fronti perturbati sul nostro Paese, con elevata variabilità, piogge e acquazzoni sulle regioni tirreniche e neve sulle Alpi.

Le condizioni meteorologiche saranno molto movimentate in queste giorni, con il tempo che potrà cambiare repentinamente, da soleggiato a nuvoloso e piovoso, nell’arco di una stessa giornata. Il meteo avrà questo andamento fino all’Epifania, sabato 6 gennaio, quando è previsto un deciso peggioramento con la “tempesta della Befana“, la Befana Storm, la prima tempesta del 2018 sull’Italia, che porterà nubifragi, in particolare sulle regioni di Nord-Ovest.

Già da oggi, mercoledì 3 gennaio, si attendono sulle Alpi nevicate abbondanti, in particolare sulla Valle d’Aosta, l’Alto Piemonte, le Alpi Retiche e l’Alto Adige. Mentre sui settori prealpini e pedemontani sono attese deboli piogge.

Nei giorni successivi non ci saranno grandi cambiamenti nel meteo, con la nuvolosità di passaggio sulla Penisola italiana e alcune perturbazioni attese sulle Alpi al confine e su Toscana e i versanti tirrenici della Campania, della Calabria e della Sicilia, ma in modo sparso. I venti saranno sostenuti e le temperature miti per le medie stagionai. Fino al cambiamento portato dalla perturbazione della Befana, con un peggioramento che inizierà prima sulle regioni di Nord-Ovest e sulla Sardegna.

Tempesta Eleanor si abbatte su Irlanda e Francia

A cura di Valeria Bellagamba