CONDIVIDI
Paese dei presepi: Ossana (www.valdisole.net)

Il Trentino offre attrazioni imperdibili tutto l’anno: bellissimi paesaggi innevati in inverno, per sciare, passeggiare con le ciaspole, pattinare su ghiaccio o rifugiarsi al caldo di una spa, montagne verdi in estate, per escursioni, trekking, scalate, corse in bicicletta e ancora passeggiate. La storia e l’arte delle sue città e dei suoi borghi soddisfano gli appassionati di cultura, mentre le tradizioni gastronomiche i più golosi. Ci sono poi le terme, le rassegne e le manifestazioni. Insomma è una regione da visitare tutto l’anno e che soddisfa tutti i gusti, manca solo il mare, ma non si può avere tutto nella vita, e se proprio volete fare il bagno in estate o attività balneari c’è la punta settentrionale del Lago di Garda o il bellissimo lago di Molveno con spiaggia attrezzata.

Il periodo magico per visitare il Trentino, comunque, è il Natale, quando le luci sfavillanti delle luminarie decorano a festa città storiche e borghi circondati dalle cime delle montagne innevate. Uno scenario da fiaba reso ancora più incantevole dai caratteristici mercatini di Natale, Si ha la sensazione di tornare bambini e ai sapori e colori di una volta, tra oggetti di artigianato tradizionale e golose leccornie. Le città del Trentino organizzano molti mercatini natalizi interessanti, ognuno con le sue caratteristiche specifiche e con tanti eventi collaterali, tra spettacoli, concerti, animazioni per bambini e visite guidate, che rendono ancora più straordinaria l’atmosfera del Natale.

I borghi e paesi di montagna, illuminati dalle luci notturne, dalle luminarie natalizie e anche dalla fiamma delle fiaccole, sembrano tanti presepi, immersi nella lunga notte invernale con il riflesso bianco delle montagne innevate. Uno scenario meraviglioso.

Se i mercatini e gli addobbi di città e paesi creano un’atmosfera speciale, non bisogna dimenticarsi però dello spettacolo dei presepi, è la nascita di Gesù Bambino il tema del Natale. In Trentino potete ammirare tanti presepi bellissimi, creazioni degli artigiani locali e anche mostre di presepi da tutta Italia e da tutto il mondo, come al Natale dei Popoli di Rovereto. Presepi in miniatura, a grandezza naturale, nelle piazze e nelle chiese o nei musei, creati con i materiali più disparati. Il tour dei presepi è una delle attività preferite da tante persone durante il periodo natalizio.

Tuttavia se volete vedere tanti presepi tutti insieme, c’è una località del Trentino che non dovete perdere per nulla al mondo. Si tratta del borgo di Ossana, in Val di Sole, dove ci sono più presepi che abitanti.

Ossana, Castello di San Michele con la neve (Irene Allan Poe, CC BY-SA 4.0, Wikicommons)

Ossana, il paese dei presepi

Se in Liguria nel borgo di Manarola, alle Cinque Terre, viene allestito ogni anno il presepe più grande del mondo, formato da installazioni luminose sulla collina terrazzata a picco sul mare, è a Ossana nella trentina Val di Sole che trovate più presepi che abitanti. Ossana è un piccolo paese situato sulla strada per Peio, dominato dai ruderi del  Castello di San Michele di origine longobarda e risalente al XII secolo. Già il castello che domina il paese, specialmente con l’illuminazione notturna, conferisce a Ossana l’immagine del borgo-presepe. Ma è a Natale che Ossana si veste d’incanto e diventa il borgo dei 100 presepi.

A dicembre potete ammirare nel paese una eccezionale mostra di presepi artistici realizzati in tanti modi differenti e con diversi materiali dagli artigiani e artisti della zona e da fuori. La Sacra Famiglia collocata negli scenari più disparati, oltre che in quelli classici della Palestina o delle montagne innevate, riprendendo l’ambientazione locale; poi tanti animali, pecore, asinelli, buoi, animali da cortile, e personaggi, tra centurioni romani, pastori e antichi artigiani. C’è anche il presepe dedicato alla Prima guerra mondiale, con i soldati nella neve che celebrano il Natale, quando, evento straordinario, furono sospesi i combattimenti per celebrare la nascita di Gesù e per un momento la follia della guerra si fermò.

Presepi in legno, ceramica, terracotta, tessuto. Numerose e straordinarie sono le creazioni, tra paesaggi naturali ricostruiti alla perfezione, con scene animate, lucine che illuminano le casette e illuminazione che cambia seguendo l’alternanza del giorno e della notte. Una magia da non perdere che piace ai bambini, ma anche agli adulti.

Quest’anno la mostra dei presepi di Ossana segna un record di tutto rispetto: più presepi che abitanti, con 890 rappresentazioni della Natività su 852 residenti. Altro che borgo dei 100 presepi. Un record che è stato possibile raggiungere grazie al prezioso lascito della famiglia veronese dei Bacchini, molto legata al paese di Ossana. Una collezione pregiata di 760 presepi è andata in eredità al borgo di Ossana, che le renderà omaggio con l’esposizione nella Casa degli Affreschi. All’aperto, invece, tra le viuzze del borgo, saranno esposti altri presepi di tutte le dimensioni. Mentre nei sabati nel periodo natalizio andranno in scena i presepi viventi.

Insomma un’occasione imperdibile, per ammirare tanti presepi di valore e visitare questo splendido borgo di montagna. La mostra dei presepi è in programma dal 1° al 9 dicembre 2017, nei weekend.

Inoltre ci sarà anche un evento dedicato alla solidarietà: domenica 3 dicembre gli 11mila euro raccolti durante l’edizione 2016 verranno consegnati a Castelsantangelo sul Nera, comune delle Marche duramente colpito dal terremoto del 2016 che con la sua torre assomiglia un po’ ad Ossana. Un gesto di generosità che rende più speciale il Natale.

Il programma natalizio di Ossana prevede anche molte iniziative, come musica e spettacoli. Per il programma completo: www.valdisole.net/it/Ossana-Presepi-e-Musica