CONDIVIDI
Treno Intercity (Foto di Piero Guadagnin. Licenza CC BY 3.0 via Commons)

Brutte notizie per chi viaggia in treno e chi prende i mezzi pubblici in città. Per giovedì 9 e venerdì 10 dicembre, a ridosso del weekend, è stato annunciato uno sciopero dei trasporti della durata di 24 ore su tutto il territorio nazionale. Lo stop riguarderà treni, trasporto pubblico urbano e aerei.

Sciopero dei treni: 9 e 10 novembre

LO sciopero nazionale generale riguarderà il personale del gruppo FS Italiane e durerà dalle 21 di giovedì 9 alle 21 di venerdì 10 novembre.

Il Gruppo Fs Italiane assicura che viaggeranno tutti i treni garantiti, indicati nell’apposita tabella dei treni previsti in caso di sciopero, consultabile sull’Orario ufficiale di Trenitalia e sul sito web trenitalia.com. Inoltre circoleranno regolarmente le Frecce. In generale, per gli altri treni nazionali le ripercussioni dovrebbero essere limitate.

Riguardo ai treni regionali, gli orari e le corse potranno essere soggetti a modifiche, sono comunque assicurati i servizi essenziali garantiti per legge nei giorni feriali, ovvero le corse nelle fasce orarie di garanzia, quelle più frequentate dai viaggiatori pendolari: 6:00-9:00 e 18:00-21:00. Sono, poi, assicurati i collegamenti ferroviari fra Roma Termini e l’aeroporto internazionale Leonardo da Vinci di Fiumicino.

Lo sciopero generale del personale delle FS italiane è stato indetto da alcuni sindacati autonomi, Unione Sindacale di Base (USB), Cib Unicobas e Cobas. Sul sito di USB si legge lo sciopero è stato deciso “contro il Jobs Act, contro la precarizzazione dei contratti, contro le politiche di privatizzazione delle aziende pubbliche e contro tutte le politiche che stanno limitando fortemente il diritto di sciopero». Inoltre, si vuole denunciare «l’attacco indiscriminato che si sta attuando sul mondo del lavoro”-

Sciopero dei trasporti nelle città italiane

Venerdì 10 novembre è previsto a Milano lo sciopero dei lavoratori ATM, ovvero del trasporto pubblico locale (metropolitana, autobus e tram). L’astensione dal lavoro rientra in quello sciopero generale nazionale di 24 ore proclamato dall’Unione Sindacale di Base (USB). Il personale viaggiante e di esercizio di ATM si asterrà dal lavoro nelle fasce orarie dalle 8.45 alle 15 e dalle 18 al termine del servizio. Le fasce orarie dello sciopero valgono sia per i mezzi di superficie che per la metropolitana. Purtroppo non è possibile prevedere la portata dello sciopero e i disagi.

Sempre venerdì 10 novembre a Roma anche i lavoratori di ATAC e Roma TPL si fermeranno. L’ATAC ha comunicato le fasce orarie di garanzia: da inizio servizio alle 8.30 e poi dalle 17 alle 20. Lo scioperò riguarderà anche Roma TPL, altra società di trasporto pubblico.

A Torino sono previste diverse fasce di garanzia, per il 10 novembre, a seconda dei mezzi pubblici:

  •  Metropolitana: dalle ore 6.00 alle ore 9.00 e dalle ore 12.00 alle ore 15.00
  • Servizio urbano e suburbano della Città di Torino: dalle ore 6.00 alle ore 9.00 e dalle ore 12.00 alle ore 15.00
  • Autolinee extraurbane: da inizio servizio alle ore 8.00 e dalle ore 14.30 alle ore 17.30
  • sfm1 Pont-Rivarolo-Chieri (ferrovia Canavesana) e sfmA Torino-Aeroporto-Ceres: da inizio servizio alle ore 8.00 e dalle ore 14.30 alle ore 17.30

A Napoli il servizio degli autobus sarà garantito dalle 5.30 alle 8.30 alla mattina e dalle 17.00 alle 20.00 alla sera. Un servizio minimo sarà garantito dalla Metro Liena 1 e dalle funicolari.

Sciopero nel trasporto aereo

Inoltre, stando a quanto riporta SkyTg24 sul proprio sito per venerdì 10 novembre sono previsti disagi anche nel trasporto aereo, per lo sciopero dei controllori di volo dell’Enav che aderiscono a Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uiltrasporti, Ugl-T e Unica e che si fermano per 4 ore. Nella stessa giornata, all’aeroporto di Fiumicino, è prevista la mobilitazione dalle 12 alle 16 dei lavoratori della Avion Services che aderiscono a Fit-Cisl e Ugl-Ta. Dalle 13 alle 17 è stato sciopero proclamato dalla Fit-Cisl dei lavoratori delle aziende Brookfield aviation international, Crewlink Ireland Limited, McGinley aviation, Ryanair Limited e Workforce international conctractors limited, il cui impatto però dovrebbe essere limitato per l’esiguo numero di iscritti al sindacato italiano».

Per le informazioni aggiornate sugli scioperi dei trasporti in Italia, consultate il sito web del Ministero dei Trasporti a questa pagina.