CONDIVIDI
Il quartiere di Nyhavn a Copenaghen (iStock)

Londra ed il Regno Unito sono da decenni uno dei luoghi in cui cercare fortuna o almeno cercare lavoro. Che sia per un anno sabbatico, che sia per restarci per sempre, che sia per fare uno stage o un corso universitario, in tantissimi hanno scelto Londra come città in cui far diventare una carriera le proprie aspirazioni.

D’altronde Londra è da sempre inserita nelle classifiche delle migliori città in cui cercare lavoro, quelle che assicurano possibilità e garantiscono un alto tenore di vita. Ma la Brexit, ovvero l’uscita della Gran Bretagna dalla Comunità Europea, modificherà tutto ciò.

Da quando la Brexit sarà in vigore – e i primi provvedimenti dovrebbero scattare a marzo 2018 – entrare ed uscire dal Regno Unito non sarà più così facile, per starci servirà un permesso di soggiorno, ci si potrà recare solo dopo aver avuto un contratto. Insomma, Londra ed il Regno Unito non saranno più il luogo dove rifugiarsi per poter avere la propria chance.

Ma mentre Londra pensa al sistema per non far entrare i lavoratori stranieri, la Danimarca al contrario invita tutti i cittadini europei a cercare lavoro a Copenaghen e nelle sue altre città.

La Danimarca cerca lavoratori

La Danimarca, come molti altri Paesi del Nord Europa, offre tantissimi servizi e moltissime opportunità. Finora però non ha conosciuto quella migrazione di massa di lavoratori, attratti più dall’internazionalità di Londra o di Parigi. Ma il vento sta cambiando, la Brexit inevitabilmente ridisegnerà lo scacchiere europeo.

La confindustria danese, di cui fanno parte oltre 10 mila aziende, ed il governo del premier Lars Lokke Rasmussen hanno invitato i giovani cittadini europei a scegliere la Danimarca. Molti lavoratori dell’Unione Europea saranno costretti a lasciare Londra nei prossimi mesi e l’idea è quella di farli arrivare in Danimarca dove si ha bisogno di professionisti.

“Abbiamo bisogno di molti giovani qualificati, e quelli di loro che sono in UK affrontano la totale mancanza di chiarezza sulle scelte future di Londra nei loro riguardi”, ha detto Steen Nielsen della confindustria danese all’agenzia Bloomberg. La Danimarca ha bisogno di gente qualificata: è un Paese in crescita che può offrire molte agevolazioni a chi sceglie di lavorarci. Il governo sta valutando delle riduzioni fiscali per i giovani stranieri della UE.

Se volete tentare questa strada controllate sui siti delle grandi aziende danesi (come Lego o Bang&Olufssen) le posizioni aperte o consultate il sito ufficiale della Danimarca dove trovate i link ai portali di lavoro con offerte per cittadini stranieri. La Danimarca è parte dell’Unione Europea quindi per risiedere non avete bisogno di un permesso di soggiorno e potete entrare ed uscire dal Paese tutte le volte che volete.