CONDIVIDI
borghi vicini a roma
Borghi vicini a Roma: Nemi (iStock)

Per un weekend di fuga dalla città di Roma, per rilassarsi in mezzo alla natura e tra i vicoli romantici di antichi paesini, vi proponiamo i borghi vicini a Roma da visitare. Luoghi incantevoli, da scoprire o da riscoprire, dove trovare bellezza e tranquillità. Per un weekend di coppia, con la famiglia e con gli amici.

Borghi vicini a Roma: per un weekend di relax

Ecco i borghi vicini a Roma, dove andare per un weekend di fuga dalla città. Posti splendidi, tra arte e natura.

Nemi

Nemi, Castelli Romani (Wikipedia)

Nella zona dei Castelli Romani, a due passi dalla Capitale, è da visitare il grazioso borgo di Nemi, affacciato sull’omonimo lago. Arrampicato sulle colline del Parco regionale dei Castelli Romani, sui Colli Albani, è il borgo più piccolo e forse più caratteristico della zona. Il centro storico di Nemi ha edifici medievali e rinascimentali e sopita nelle vicinanze l’area archeologica del tempio di Diana Aricina (o Nemorense), divinità alla quale era consacrato il bosco circostante. Il nome della località, Nemi deriverebbe dal latino nemus, che significa bosco. A poca distanza dall’area archeologica si trova il Museo delle navi romane, proprio sulle rive del Lago di Nemi. Qui sono conservati solo dei modelli di antiche navi che andarono bruciate durante la Seconda guerra mondiale. Il borgo è bandiera arancione del Touring Club italiano.

Castel Sant’Angelo

Castel Gandolfo (iStock)

Uno dei borghi vicini a Roma più famosi, classica meta delle gite del finesettimana dei romani è Castel Gandolfo, storica residenza estiva dei Papi. Si trova sempre nel Parco dei Castelli Romani, poco più a nord di Nemi, affacciato sul Lago di Albano. Chiamato semplicemente Castello, il paese è adagiato su una collina dei Colli Albani e ospita ville e palazzi sontuosi, con splendidi giardini, del Seicento e Settecento. Tra gli edifici più importanti c’è il Palazzo Pontificio, di proprietà della Santa Sede, insieme a diverse ville e chiese del paese. Le Ville e il Palazzo Pontificio sono stati aperti al pubblico da Papa Francesco e possono essere visitati partendo da Roma con il trenino a vapore dalla Città del Vaticano a Castel Gandolfo. Un suggestivo percorso, inaugurato nel 2015, da non perdere. Il borgo di Castel Gandolfo è un autentico gioiello architettonico e artistico, pieno di capolavori, circondato da uno splendido paesaggio.

Calcata

Calcata (ThinkStock)

In provincia di Viterbo, arroccato su una collina di tufo nella valle del fiume Treja, non lontano dal Lago di Bracciano, sorge il caratteristico borgo di Calcata. Al borgo antico di Calcata Vecchia, si accede da una strada che conduce all’unica porta che si apre sulle mura. Il paesaggio è assolutamente incantevole, con case in pietra di tufo e vista mozzafiato sula valle sottostante.

Civita di Bagnoregio

borghi più belli d'Italia
Civita di Bagnoregio (Thinkstock)

Altro borgo bellissimo e imperdibile della provincia di Viterbo è Civita di Bagnoregio, la città che muore. Anche Civita sorge su un’altura in tufo e ospita un antico borgo di caratteristiche case in pietra, sovrastate ad un campanile. Il borgo sorge nella Valle dei calanchi, vicino al lago di Bolsena. Civita è frazione del comune di Bagnoregio e ha origini antichissime,fondata dagli etruschi ben 2500 anni fa. Purtroppo la delicata roccia di tufo su cui sorge si sgretola con il passare degli anni. Una circostanza che ha portato al progressivo abbandono del borgo,anche in seguito al crollo della strada che saliva dalla vallata sottostante. Dal 1965 si accede al borgo storico di Civita tramite una passerella pedonale in cemento armato, dove possono transitare solo piccoli veicoli autorizzati. Proprio per queste sue caratteristiche Civita di Bagnoregio è chiamata la città che muore

Calstel di Tora

Castel di Tora e Lago di Turano (CC BY-SA 3.0, Wikicommons)

Il bel borgo di Castel di Tora, arrampicato su una collina rocciosa affacciata sul Lago del Turano, in provincia di Rieti. Inserito nella lista dei borghi più belli d’Italia, Castel di Tora è un piccolo paese di appena 300 abitanti che si caratterizza per l’alta torre pentagonale dell’antico castello del centro storico. Sotto al paese, su un piccolo promontorio roccioso sul Lago di Turano svetta il Castello di Antuni con il suo piccolo borgo circostante. Dalle terrazze cittadine di Castel di Tora si ammira una spettacolare vista panoramica sul Lago del Turano e il paesaggio circostante. Il borgo sorge nei pressi della Riserva naturale dei Monti Navegna e Cervia. Luoghi da non perdere, perfetti per un weekend.

Campodimele

Campodimele (By Ra Boe / Wikipedia, CC BY-SA 3.0 de)

A sud di Roma, in provincia di Latina, un incantevole borgo da visitare per una fuga dalla città è Campodimele, sui Monti Aurunci. Il paesino si trova nell’entroterra di Sperlonga, non lontano dal mare, e ospita case in pietra, antichi frantoi, una cinta muraria medievale e il monastero di Sant’Onofrio. La zona è circondata da una vegetazione rigogliosa e alberi secolari. Campodimele è famoso anche come paese della longevità per l’elevata età dei suoi abitanti, che hanno portato qui numerosi studiosi per analizzarne le loro caratteristiche genetiche.

Borghi vicini a Roma: Nemi