ViaggiNews

Le biblioteche più belle d’Europa, luoghi eleganti e ricchi di fascino

sabato, 9 settembre 2017

luoghi imperdibili

La vecchia biblioteca del Trinity College di Dublino (iStock)

Tempo di settembre, tempo di ritorno sui banchi di scuola e all’università. Molti studenti amano andare in biblioteca a studiare, ma anche molti adulti amano trascorrevi il tempo a leggere, circondati da grandi scaffali che racchiudono la storia del mondo, tra libri antichi e computer che permettono l’acceso a database sconfinati. Da sempre le biblioteche esercitano un grande fascino sulle persone, non solo su chi ama leggere e studiare. Qui vogliamo segnalarvi quelle più belle e imperdibili in Europa.

Le biblioteche più belle d’Europa che non dovete perdervi

L‘Europa è un continente ricchissimo di arte e storia. Dalle città antiche ai borghi medievali, dai centri rurali a quelli industriali. Una terra popolata di palazzi, castelli, opere architettoniche di grande ingegno, ponti, ferrovie, dighe e canali. Un luogo delle meraviglie, tutto da esplorare. Tra edifici storici e moderni, una parte importanza l’hanno sempre avuta le biblioteche, templi del sapere che affascinano chiunque le visiti. Alcune più di altre meritano di essere visitate assolutamente. Si tratta di posti bellissimi, da quelli più antichi ai più moderni. Luoghi austeri che incutono timore, eleganti e sfarzosi fino a quelli super efficienti connessi con tutto il mondo. Ecco le biblioteche più belle d’Europa che non dovete perdervi.

Old Librar, Trinty College. Dublino

Biblioteca del Trinity College

Biblioteca del Trinity College

Quando di parla di biblioteche storiche, luoghi più imponenti e austeri, è la Old Library del Trinity College di Dublino, storica università della capitale irlandese. Il suo lungo e altro corridoio (Long Room), con grandi nicchie di scaffali pieni di libri, simile alla navata di una cattedrale, vi lascerà senza fiato. La biblioteca custodisce l’antico manoscritto The Book of Kells. La collezione di manoscritti, lettere autografe e libri antichi è davvero notevole. Sul corridoio si affacciano i busti di antichi filosofi e letterati irlandesi.

Biblioteca dell’Abbazia di Admont. Austria

Biblioteca dell’Abbazia di Admont, Austria (Jorge Royan, CC BY-SA 3.0, Wikicommons)

All’interno dell’Abbazia di Admont, un monastero benedettino risalente al 1074, in Stiria, nel cuore dell’Austria, si trova la più grande biblioteca monastica del mondo. Custodisce 180.000 opere, tra cui 1400 manoscritti, alcuni dei quali risalenti all’VIII secolo, e 530 incunaboli. I lavori per la sua realizzazione furono iniziati a metà del Settecento e terminati nel nel 1776 sotto l’imperatrice Maria Teresa d’Austria. La biblioteca è un imponente edificio in stile rococò, di dimensioni enormi, come quelli di una cattedrale: 79 metri di lunghezza per 14 metri di larghezza. La grande sala è illuminata da sette eleganti cupole decorate con affreschi allegorici in Trompe-l’œil, realizzati da Bartolomeo Altomonte, che celebrano la scienza e la religione. Un gruppo di sculture, invece, rappresenta il Giudizio Universale, un tema classico della discussione teologica del XVIII secolo. Le pareti della biblioteca sono piene di volumi e sono decorate con di studiosi e artisti, che insieme a evangelisti e profeti vigilano sugli studi dei monaci e dei ricercatori.

Biblioteca Joanina dell’Università di Coimbra

Biblioteca Joanina dell’Università di Coimbra (Wirdung, CC BY-SA 3.0, Wikipedia)

La Biblioteca Joanina fa parte dell’Università di Coimbra, in Portogallo. È stata costruita nel XVIII secolo ed è in stile barocco, realizzata da artisti portoghesi. Gli interni sono ricchissimi e sfarzosi, con altissime librerie in legno, stucchi dorati e decori. La biblioteca conserva una preziosa collezione storica, infatti ospita soltanto libri risalenti al XIX secolo e a ritroso nel tempo.

Biblioteca Nazionale Marciana. Venezia

Biblioteca Nazionale Marciana, Venezia (Sailko, CC BY 3.0, Wikicommons)

La Biblioteca Nazionale Marciana di Venezia è ospitata in un sontuoso e sfarzoso edificio in Piazza San Marco. Si trova nella parte inferiore della piazza, detta anche Piazzetta San Marco, davanti a Palazzo Ducale. L’edificio che la ospita è un palazzo in stile rinascimentale con portici, realizzato dall’architetto Jacopo Sansovino. Gli interni sono ricchissimi, decorati con affreschi e stucchi dorati. Si accede alla biblioteca salendo una scala di marmo. La Biblioteca Nazionale Marciana è specializzata in filologia classica e storia di Venezia.

Biblioteca apostolica vaticana. Città del Vaticano

Biblioteca Vaticana (Wikipedia)

Nella Città del Vaticano si trova una delle biblioteche più belle e ricche del mondo, la Biblioteca Vaticana. Dopo la prima collezione raccolta a metà del Quattrocento da Papa di Niccolò V, umanista e bibliofilo, l’istituzione ufficiale della Biblioteca apostolica avvenne con papa Sisto IV e la bolla Ad decorem militantis Ecclesiae del 15 giugno 1475. La nuova biblioteca raccolse i manoscritti, i codici, i fondi, le raccolte di Sisto IV e dei suoi predecessori: 2500 opere (divenute 3500 sei anni dopo), distribuite in quattro sale (la Bibliotheca Latina e la Bibliotheca Graeca per i testi nelle rispettive lingue, la Bibliotheca Secreta per quelli esclusi dalla consultazione e dal prestito esterno, la Bibliotheca Pontificia che fungeva da archivio) decorate con un ciclo di pitture realizzate da Melozzo da Forlì, Antoniazzo Romano e dai fratelli Domenico e David Ghirlandaio. Oggi la Biblioteca apostolica vaticana ospita una delle raccolte più importanti del mondo di testi antichi e di libri rari, risalenti al I secolo d.C. Custodisce 1.500.000 volumi a stampa antichi e moderni, e soprattutto il Codex Vaticanus, il più antico manoscritto completo della Bibbia conosciuto al mondo.

Bibliothèque nationale de France. Parigi

Bibliothèque nationale de France, Sede Richelieu, sala ovale (Vincent Desjardins, CC BY 2.0, Wikipedia)

La Bibliothèque nationale de France si trova a Parigi, è la più importante biblioteca di Francia e una delle maggiori in Europa e nel mondo. È conosciuta anche con la sigla BNF ed è formata da più edifici. La sede storica si trova in rue Richelieu, nel II arrondissement di Parigi. Il complesso è stato sottoposto a ristrutturazioni e rifacimenti nel tempo, anche se fra la seconda metà del XVIII secolo e la metà del XIX secolo le modifiche sono state poche. Nel 1989 è stato realizzato un nuovo complesso della biblioteca nel quartiere di Tolbiac (XIII arrondissement), poi intitolato a François Mitterrand e oggi sede principale della BNF. La collezione della biblioteca è sterminata, si stimano 30 milioni di volumi.

Biblioteca civica di Stoccarda

Biblioteca civica di Stoccarda Rob124 – Flickr, CC BY 2.0, Wikicommons)

Un edificio ultramoderno e funzionale, a forma di cubo, dalle linee essenziali e con arredi interni di un bianco abbacinante. È la sede centrale della Biblioteca civica di Stoccarda, inaugurata a ottobre del 2011. Molto diversa dalle biblioteche storiche, ma un edificio affascinante e molto visitato dai turisti.

Tags:

Altri Articoli Interessanti: