ViaggiNews

Discoteche a Ibiza: le più famose e imperdibili

mercoledì, 26 luglio 2017

discoteche a ibiza

Discoteche a Ibiza: Pacha (Danny Wade, CC BY-SA 3.0, Wikicommons)

Vi abbiamo portato alla scoperta di Ibiza, la famosa Isla Blanca delle Baleari conosciuta come meta di vacanza di giovani e vip. Ibiza ha tantissimo da offrire, con le sue spiagge e bellezze naturali, ma anche dal punto di vista storico e culturale, con la bellissima Città Vecchia Dalt Vila, le mura fortificate, le chiese, i vicoli del porto antico e la necropoli punica. Non a caso è stata riconosciuta Patrimonio dell’Umanità Unesco per la cultura e per la biodiversità. Vi abbiamo portato alla scoperta delle spiagge più belle dell’isola, vi abbiamo segnalato i luoghi di interesse e vi abbiamo anche fatto conoscere una Ibiza romantica.

Qui finalmente vi portiamo alla scoperta del lato più conosciuto dell’isola, quello di meta del divertimento sfrenato e trasgressivo. I luoghi d’eccellenza del divertimento a Ibiza sono le sue grandi discoteche.

Discoteche a Ibiza: dove andare

Spiagge, panorami bellissimi, taverne e locali tipici, vicoli e stradine della Città Vecchia, ma poi anche balli sfrenati in discoteca. Ibiza è la capitale del divertimento nel Mediterraneo. Ospita alcune delle discoteche più grandi d’Europa, animate da dj di calibro internazionale e da spettacoli di animazione come non se ne vedono altrove.

Purtroppo una delle sue discoteche più amate e frequentate, lo Space, ha chiuso i battenti lo scorso ottobre, con un party di addio che ha segnato la fine di 27 anni di onorata attività. Non mancano tuttavia i luoghi dove ballare e divertirsi. Ecco quelli storici.

Pacha. Il Pacha è una delle storiche discoteche di Ibiza, esiste dal 1973 e nel tempo è diventato un vero e proprio brand, con capi di abbigliamento, soprattutto magliette, gadget e oggetti per la casa, come portachiavi e tazze. Tutti rigorosamente con il disegno delle due ciliegie, simbolo e marchio della discoteca. Anche in altre città d’Europa, basti pensare a Riccione, sono state aperte discoteche a nome Pacha, legate allo stesso gruppo. Ma quella di Ibiza è l’insuperabile originale. Qui si esibiscono dj da tutto il mondo, con nomi come David Guetta, Bob Sinclair, Benni Bennassi e Pete Tong con i suoi spettacoli del venerdì notte “All gone Pete Tong”. Al Pacha si balla musica house e techno, ma ci sono anche altre sale con musica disco classica, funk, hip hop e R&B. Il Pacha si trova nel quartiere di Talamanca, vicino al porto turistico di Ibiza.

Amnesia. Un’altra storica discoteca di Ibiza è l’Amnesia. Si trova a circa 15 km dal centro della città di Ibiza, sulla strada che porta a Sant Antoni de Portmany. Un’altra delle prime ad aver aperto sull’isola, nel 1976,  è una discoteca immensa, che può ospitare più di 5mila persone. Era famosa per i suoi party sul tetto, che successivamente è stato coperto, dei veri e propri afterhour dalle 3 del mattino a mezzogiorno (oggi gli afterhour con le discoteche aperte anhce alla mattina sono stati cancellati dalle nuove politiche dell’isola). La discoteca è ospitata nell’edificio di un’antica fattoria. Un locale imperdibile dove è nato il Balearic Beat, la musica da discoteca tipica di Ibiza, creata negli anni ’80 dal dj argentino Alfred Fiorito.

Privilege. Un’altra famosa discoteca di Ibiza è il Privilege, appena tre km a nord dell’Amnesia, sempre sulla strada per Sant Antoni. Il Privilege è la discoteca più grande del mondo, certificata dal Libro dei Guinness. La sala principale della discoteca ha le stesse dimensioni dell’hangar di un aereo, per intenderci, e può ospitare, da sola, circa 10mila persone. Prima di diventare una discoteca il locale ospitava un ristorante. Il Privilege è diventato famoos per il “Manumission Party”, fondato a Manchester nel 1994, uno spattcolo trasgressivo e sfrenato che ha animato le notti delle discoteca per anni, prima di passare all’Amnesia nel 2007.

DC-10. Una discoteca più recente a Ibiza è il DC-10, ha aperto nel 2000 ed è famosa per le sue Circoloco nights, feste che si tengono alle prime ore del mattino. Il locale si è fatto una fama per i suoi dj underground ed è stato uno dei primi a lanciare la musica techno-minimal. Dopo alcuni periodi di chiusura, la discoteca ha riaperto nel 2010 e le Circoloco nights si tengono regolarmente, con il Wednesday night Paradise, paradiso del mercoledì notte. Il Dc-10 si trova proprio vicino all’aeroporto di Ibiza, all’interno di Playa d’en Bossa.

Ushuaia. Infine una discoteche più cool dell’isola, l’Ushuaia, aperto nel 2011 nel parterre di un albergo affacciato sulla spiaggia di Playa d’en Bossa, vicino allo Space e al DC-10. Il locale è molto curato ed elegante, un club più per adulti che per ragazzi. Intorno ci sono gli edifici bianchi dell’albergo. La particolarità dell’Ushuaia è che si tratta di una discoteca all’aperto con una grande piscina dall’acqua bassa con piattaforme dove ballano le cubiste e si tengono veri e propri spettacolo. In fondo al parterre c’è la grande struttura con il palco per il dj. Gli spettacoli qui iniziano nel pomeriggio e si concludono a mezzanotte, quando aprono le altre discoteche. Un happy hour all’insegna della musica e della trasgressione. Anche qui si esibiscono i più famosi dj internazionali.

Discoteche a Ibiza: Ushuaia

Tags:

Altri Articoli Interessanti: