Home Curiosità L’Hotel capsula è arrivato in Italia: dormire in 3 metri quadri

L’Hotel capsula è arrivato in Italia: dormire in 3 metri quadri

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:36
CONDIVIDI

Quando i primi hotel capsula si diffusero in Giappone in molti pensarono ‘ecco, un’altra stranezza giapponese’ (che di cose bizzarre in Giappone ce ne sono davvero- ecco le 7 più incredibili). Invece il Capsule hotel è una soluzione per i viaggiatori che si sta via via sempre più diffondendo in Europa e nel nostro Paese ed è ormai realtà in alcuni aeroporti italiani.

E’ di poche settimane fa l’annuncio dell’inaugurazione di un Capsule hotel all’aeroporto Capodichino di Napoli. Ora il sistema capsule arriva anche allo scalo milanese di Malpensa dopo il successo di questa innovativo sistema di cabine ad Orio al Serio. Al Terminal 1 del grande aeroporto milanese sono state installate delle capsule dove poter dormire, riposare o anche lavorare al pc in totale relax in attesa del proprio volo.

L’ hotel di Milano Malpensa: il Zzzleepandgo

Si chiama Zzzleepandgo questo particolare albergo che si trova al terminal 1 dell’aeroporto di Milano Malpensa e a Bergamo Orio al Serio. Nello specifico si tratta di cabine, di tre metri quadri, dove è presente un letto, una piccola scrivania, le prese per ricaricare telefoni e pc, un tablet dove vedere dei film, il wi-fi, le luci led per la cromoterapia, il tetto apribile e ovviamente un tabellone con l’orario dei voli e degli imbarchi. Dopo ogni utilizzo un sistema automatico igienizza e sanifica l’aria e sostituisce le lenzuola.

Il prezzo per una cabina è di 9 euro l’ora e di 34 euro per l’intera notte a Malpensa, 39 euro a Orio al Serio. Una volta entrati si può anche uscire e rientrare più volte grazie ad un sistema di chiusura che si avvale dell’utilizzo del proprio numero di telefono. Prenotare la propria cabina è estremamente semplice: si può fare direttamente in aeroporto o tramite il web. Il pagamento avviene tramite carta di credito o di debito (sono accettate tutte e maggiori carte).

Questo sistema di cabine negli aeroporti sta riscuotendo molto successo: dormire in un ambiente riparato, comodamente in un letto, inoltre senza l’ansia per la propria valigia (in quanti abbiamo dormito con un occhio solo scomodi su di una sedia in aeroporto?) permette di riposarsi davvero in attesa del proprio volo.

 

 

CONDIVIDI
Articolo precedenteOfferte per San Valentino 2017: partire in treno e aereo a prezzo scontato
Articolo successivoGuida di Stoccolma: le 5 cose da vedere e fare gratis
Giornalista, laureata in Scienze della Comunicazione, web content editor e social media manager. Ho da sempre un'innata curiosità per tutto quello che mi circonda: da bambina mi immaginavo detective e indagavo su tutto per scoprire la verità, immaginandomi protagonista di casi polizieschi e di inchieste giornalistiche (e solitamente era peluche orso il colpevole!). Ho fondato il giornalino scolastico quando avevo 9 anni e da allora non ho mai smesso di scrivere. Ho sempre lo zaino in spalla: adoro viaggiare, scoprire nuove culture, nuovi posti e poterli raccontare. Qualsiasi posto infatti racconta una storia che io voglio conoscere. Quando non scrivo al pc o non sono in viaggio, mi trovate sul palco ad improvvisare oppure a fare trekking con il mio cane o nei reparti di pediatria come clowndottore.