ViaggiNews

New York low cost: informazioni e consigli per vivere la città (quasi) gratis

mercoledì, 23 novembre 2016

Times Square, New York (JavierDo, CC BY-SA 3.0, Wikicommons)

Times Square, New York (JavierDo, CC BY-SA 3.0, Wikicommons)

New York è una delle mete più popolari tra tutti coloro i quali sono ansiosi di assaporare l’atmosfera elettrizzante della grande mela. La ripresa del cambio con il dollaro e la difficoltà dell’orientarsi tra gli indirizzi della metropoli spesso pesano sui costi del viaggio, limitando le possibilità dei turisti di togliersi degli sfizi immancabili in una città che offre così tanto dal punto di vista della cultura e dei divertimenti. Il quotidiano New York Times ha in questi mesi realizzato una ricerca su indirizzi e itinerari low cost in città affidandosi al parere dei suoi lettori; questi consigli sono utili per chi vuole vivere la città da vero insider e sentirsi, almeno per qualche giorno, un vero newyorkese.

Itinerari e musei gratuiti a New York

La Statua della Libertà con Ellis Island e lo skyline di Manhattan sullo sfondo

La Statua della Libertà con Ellis Island e lo skyline di Manhattan sullo sfondo (GCShutter iStock)

I mezzi pubblici funzionano perfettamente e rendono possibile percorrere gli stessi itinerari dei tour operator abbatendo i costi. Se ci si sveglia di buon’ora, il tour può iniziare con una gita in barca (Staten Island Ferry offre corse gratuite) tra Manatthan e Staten Island per ammirare la Statua della Libertà. In città, ci si può muovere con la metropolitana (che offre biglietti scontati per più giorni) e visitare Times Square, la cattedrale di Sant Patrick, la chiesa di St. John the Divine e, infine, Central Park. In serata, ci si può invece spostare verso Brooklyn e attraversare il ponte da gui si gode una vista suggestiva sullo skyline newyorkese. Per quanto riguarda i musei, quello di Storia d’America e di Arte Popolare sono gratuiti. Altre istituzioni cittadine offrono la possibilità di visite free in determinati orari della settimana: durante la serata del sabato, Guggenheim applica la formula ‘Pay What you Wish’ dove si sceglie quanto pagare; di venerdì sera, MOma (tra le 16 e le 20) e Whitney Museum (tra le 6 e le 9) apronogratuitamente e non è raro partecipare in queste serate a concerti e proiezioni di film a costo zero.

Dove dormire e mangiare quasi gratis a New York

Istock by Getty Images

Istock by Getty Images

Loft Hostel si trova in un edificio industriale di mattoncini rossi (tipicamente NewYorkesi) ed oltre ad un atmosfera informale ma chic, possiede un enorme terrazzo con tanto di jaccuzzi. La struttura offre diverse tipi di camere (sia private che dormitori) a prezzi davvero vantaggiosi. Un’alternativa ancora più cheap dell’ostello è affidarsi a siti come couchsurfing (ne abbiamo già parlato qui) o globalfreeloaders che, oltre al risparmio, garantiscono la consulenza (gratuita) da parte di neworkesi doc.

La città offre veramente ogni tipo di cibo a ogni ora del giorno. Per sbaragliare la concorrenza, negozi e ristoranti invitano i clienti per degli assaggi gratuiti ed esistono vere e proprie guide e blog che spiegano dove recarsi per un pasto gratis. Alternativamente, lo street food spopola nella città e in tutte le strade vi sono banchetti che vendono hot dog e bibite.

Dove divertirsi low cost a New York

Central Park ospita spesso, soprattutto durante l’estate, diversi concerti completamente gratuiti e il ciclo estivo di serate operistiche della Metropolitan Opera. Inoltre, il Delacorte Theatre, che si trova al centro di una suggestiva foresta del parco, fa da sfondo al festival ‘Shakespeare in the park‘, una rassegna teatrale completamente free, sempre però durante l’estate.

Cristina Mauri

Selena Marvaldi

 

Tags:

Altri Articoli Interessanti: