Previsioni meteo: crollo delle temperature

freddo neve
ROBERT ATANASOVSKI/AFP/Getty Images

Come previsto dagli esperti del meteo la breve parentesi estiva che ci ha coccolato in questo fine ottobre, ha subito lasciato spazio al clima autunnale e ad una perturbazione carica di pioggia che ha funestato l’Italia e che continuerà a farlo ancora al Sud.

La bassa pressione infatti si è spostata ora al meridione dove porterà temporali e nubifragi su diverse ragioni. Al Centro e al Nord invece è arrivato il sole , ma ovunque soffiano i freddi venti nord-orientali e di Tramontano, che soprattutto soffiano sul medio e basso adriatico.

Da oggi il maltempo interesserà il Sud. Particolare attenzione in Calabria dove nel pomeriggio sono attesi rovesci intensi a carattere anche alluvionale. Temporali anche sulla Sicilia, piogge sparse su Campania, Basilicata e Puglia. Qualche piovasco anche sul basso Lazio, l’Abruzzo e il Molise. Domani continuerà a splendere il sole al Nord e al Centro e migliorerà al Sud, sebbene ci saranno ancora piogge sulla Calabria ionica,  la Sicilia settentrionale e sulla Puglia meridionale. Ma il tempo migliora ovunque portandoci verso un Ponte di Ognissanti soleggiato.

Crollo delle temperature: le regioni interessate

L’arrivo della Bassa Pressione e dei venti freddi di Tramontana e Bora hanno fatto crollare la colonnina di mercurio. Il calo termico è stato ovviamente più intenso e maggiormente percepito in quelle regioni che nei giorni scorsi hanno goduto del clima estivo e di temperature fuori dalla media del periodo.

Sarà quindi il Centro ed il Sud, dove con l’Alta Pressione africana si erano raggiunti i valori record di 32 gradi in Sicilia e Sardegna e 27 a Roma, a risentire di più del brusco calo termico. Calo termico che è già iniziato, ma che proseguirà a causa dell’avanzata dei venti freddi.

Avremo massime che non supereranno i 20 gradi in tutto il Centro-Sud con una diminuzione quindi di 12 gradi rispetto ad una settimana fa. Le minime saranno in media sotto ai 10 gradi. Eccezion fatta per Palermo dove la minima toccherà i 18 gradi  e la massima 23, Genova 15 gradi di minima, Bari e Napoli 12 gradi. Altrove farà freddo specie al mattino. Al Nord invece non ci saranno sostanziali variazioni sulle temperature che si manterranno nella media del periodo. Soffieranno forti i venti di Bora e di Tramontana sul basso Adriatico e lo Ionio e venerdì anche vento di Burrasca.


 

 

Previous articleMete calde a novembre: cosa fare a Creta
Next articleRoma: i punti panoramici più belli della città
Giornalista, laureata in Scienze della Comunicazione, web content editor e social media manager. Ho da sempre un'innata curiosità per tutto quello che mi circonda: da bambina mi immaginavo detective e indagavo su tutto per scoprire la verità, immaginandomi protagonista di casi polizieschi e di inchieste giornalistiche (e solitamente era peluche orso il colpevole!). Ho fondato il giornalino scolastico quando avevo 9 anni e da allora non ho mai smesso di scrivere. Ho sempre lo zaino in spalla: adoro viaggiare, scoprire nuove culture, nuovi posti e poterli raccontare. Qualsiasi posto infatti racconta una storia che io voglio conoscere. Quando non scrivo al pc o non sono in viaggio, mi trovate sul palco ad improvvisare oppure a fare trekking con il mio cane o nei reparti di pediatria come clowndottore.