CONDIVIDI
Retro styled close up image of an old barometer
iStock

Se in alcune zone dell’Italia molti sono al mare e si godono temperature di quasi 30 gradi, da altre parti le temperature sono vicine allo zero con neve improvvisa.  Nei  pressi delle Alpi infatti sta agendo un fronte freddo caratterizzato da temperature invernali, invece al Sud l’anticiclone africano determina un’ondata di calore estiva con temperature intorno ai 30 gradi nell’interno.

Nelle prossime ore si aspettano così rovesci e temporali molto forti su Alpi e Prealpi, soprattutto su Friuli Venezia Giulia, Piemonte Orientale e Emilia. Non si escludono anche delle forti grandinate con chicchi di piccole dimensioni. Ciò che lascia più sgomenti è però il fatto che, sulle Alpi, torna la neve con l’ingresso di aria fredda.

Situazione completamente opposta invece al sud, con temperature eccessive per essere solo il mese di aprile. Una fiammata nord-africana porta temperature tra i 26 e i 30 gradi in Sicilia, Calabria interna, Materano e medio-alta Puglia; caldo anche sulle interne di Abruzzo e Molise. Tra le città calde troviamo Catania, Cosenza, Benevento, Matera, Bari, Foggia, Termoli, Pescara.