Cina, paura sul Ponte di cristallo: si rompe il vetro

La passerella sospesa
La passerella sospesa

Camminare nel vuoto. In Cina piace sempre di più l’idea di trasformare ponti di legno ed anonime passerelle di montagna in arditi percorsi fatti di vetro. Poco tempo fa è stato inaugurato il Ponte di vetro a nel parco Shiniuzhai Geopark, lungo 300 metri a 180 metri di altezza. E recentissima, il 20 settembre, è stata anche l’inaugurazione della passerella di cristallo che costeggia il monte Yuntai, nella provincia di Henan, sempre in Cina, passerella a ben 1180 metri da terra.  Camminare vedendo che sotto i propri piedi c’è il vuoto non è affatto facile. Anzi, diciamo la verità è qualcosa di terrificante. L’idea dei pavimenti in vetro ad altezze vertiginose sta prendendo sempre più spazio: un pavimento del genere c’è al Tower Bridge di Londra, alla Tour Eiffel di Parigi, al Chicago Willis Tower dove si cammina sul vetro a 103 piani da terra e al Parco del Gran Canyon dove si cammina con i brividi sullo Skywalk.

‘La paura di camminare sopra queste lastre di vetro guardando il vuoto è solo psicologica, in quanto razionalmente il vetro usato è resistente più di altri materiali’. Questo è quello che ci viene detto e ci ripetiamo come un mantra quando ci troviamo di fronte ad una di queste passerelle. E senz’altro è così. Solo che quando una di queste lastre di vetro si crepa per colpa di una tazza di metallo cadutaci sopra, beh, è innegabile che la paura trova a quel punto anche nel raziocinio qualche elemento per dire ‘ehi qua è pericoloso, evitiamo’.

Ed è quello che è successo sulla passerella sul monte Yuntai. In questi giorni in Cina è tempo di vacanze, si festeggia infatti l’anniversario della Repubblica Popolare, e per tutti ci sono 7 giorni di ferie. Molto sono stati quindi i vacanzieri che con spirito di avventura sono andati a vedere da vicino queste incredibili nuove attrazioni di vetro. E sul monte Yuntai, lì dove la passerella abbraccia il costone di roccia ad un turista è caduto un termos sulla passerella. L’impatto ha frantumato, ma senza farla cadere, una delle lastre di vetro che compongono il pannello. Il panico si è subito scatenato con i turisti che di corsa sono scesi dalla passerella.

La foto è poi stata pubblicata dalla turista sul social network cinese Weibo e ripresa dal quotidiano ufficiale cinese People’s Daily che ha rivelato che ogni pannello è formato da 3 lastre di vetro, spessa ognuna un 1 cm, in grado di sostenere 800 kg di peso. Dati senza meno oggettivi, razionali e realistici. Solo che convincere la parte emotiva che non c’è rischio dopo certe foto è un’impresa titanica.

 

 

Previous articleVolare low cost. Da novembre a marzo con Transavia si vola a 29 euro
Next articleNorwegian Air lancia i voli a 60 euro per New York
Giornalista, laureata in Scienze della Comunicazione, web content editor e social media manager. Ho da sempre un'innata curiosità per tutto quello che mi circonda: da bambina mi immaginavo detective e indagavo su tutto per scoprire la verità, immaginandomi protagonista di casi polizieschi e di inchieste giornalistiche (e solitamente era peluche orso il colpevole!). Ho fondato il giornalino scolastico quando avevo 9 anni e da allora non ho mai smesso di scrivere. Ho sempre lo zaino in spalla: adoro viaggiare, scoprire nuove culture, nuovi posti e poterli raccontare. Qualsiasi posto infatti racconta una storia che io voglio conoscere. Quando non scrivo al pc o non sono in viaggio, mi trovate sul palco ad improvvisare oppure a fare trekking con il mio cane o nei reparti di pediatria come clowndottore.