Home Curiosità Hotel: Cosa fanno le cameriere quando non siamo in stanza ? Ecco...

Hotel: Cosa fanno le cameriere quando non siamo in stanza ? Ecco la risposta – VIDEO

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:04
CONDIVIDI

hotelcamerieraLasciare il letto disfatto, tutto in disordine e poi tornare è trovare tutto splendidamente in ordine e pulito. A volte perfino con il pigiama sotto il cuscino. D’altronde non è per niente male stare in hotel, viziati e coccolati come dei principi. Ovviamente sempre che si non alloggi negli hotel peggiori del mondo, ma questa è un’altra storia. In ogni caso quando lasci la tua stanza e la cameriera entra a rassettare c’è l’implicita fiducia che ovviamente non rubi nulla e che nemmeno tocchi nulla. Insomma che non metta il naso fra gli oggetti personali lasciati nella stanza.

Ma come sapere che cosa fa una cameriera d’hotel nella nostra stanza quando non ci siamo? Domanda difficile, ma ecco a voi la risposta. Un cliente di un hotel – non meglio precisato – di New York, dopo aver notato qualcosa di strano, ha deciso di piazzare una telecamera nascosta nella nella sua stanza d’hotel per vedere che cosa combina la cameriera in sua assenza. Il risultato è che la cameriera guarda e si impiccia di tutto. Non ruba nulla a quanto pare, ma non riesce a frenare la sua curiosità.

Fastidioso? Abbastanza. Ma attenzione ciò non vuol dire che tutte la cameriere d’hotel sono così. In ogni caso evitate di lasciare in camera oggetti compromettenti!

CONDIVIDI
Articolo precedenteEffetto EXPO: tutti gli hotel diventano più cari, la città più economica è…
Articolo successivoEcco le città più piccole e belle d’Europa
Giornalista, laureata in Scienze della Comunicazione, web content editor e social media manager. Ho da sempre un'innata curiosità per tutto quello che mi circonda: da bambina mi immaginavo detective e indagavo su tutto per scoprire la verità, immaginandomi protagonista di casi polizieschi e di inchieste giornalistiche (e solitamente era peluche orso il colpevole!). Ho fondato il giornalino scolastico quando avevo 9 anni e da allora non ho mai smesso di scrivere. Ho sempre lo zaino in spalla: adoro viaggiare, scoprire nuove culture, nuovi posti e poterli raccontare. Qualsiasi posto infatti racconta una storia che io voglio conoscere. Quando non scrivo al pc o non sono in viaggio, mi trovate sul palco ad improvvisare oppure a fare trekking con il mio cane o nei reparti di pediatria come clowndottore.