Previsioni meteo: weekend di afa e caldo africano, poi piogge

caldo roma

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il primo weekend di luglio, come preannunciato dalle previsioni meteo, sarà all’insegna del solleone. L’anticiclone africano è arrivato infatti sulla nostra Penisola e si rinforzerà – dicono gli esperti – nelle prossime ore, regalandoci così un weekend che a dir poco sarà bollente. L’ondata di caldo porterà la colonnina di mercurio ad innalzarsi vertiginosamente: 33°-34° gradi al centro, 35°-36° al Sud e addirittura 40° gradi in Sicilia e Sardegna. Le città più calde saranno Foggia e Caltanissetta con 37°gradi, Cosenza 36°, Firenze, Matera e Perugia 35°. Più ventilato sulle coste e al nord dove però non mancherà l’afa. Ma se al Centro e Sud si va al mare, al Settentrione si fanno i conti con le piogge. Già da oggi infatti sono previste perturbazioni con temporali anche di forte entità in Valle d’Aosta, Piemonte, Lombardia e Liguria. Sabato e domenica il tempo migliorerà un po’, ma resterà fortemente variabile in tutto il nord ovest.

L’ondata di caldo è destinata però a durare poco. Dall’inizio della prossima settimana l’Italia sarà investita da una corrente atlantica che farà scendere la colonnina di mercurio e porterà temporali sparsi soprattutto al Centro Nord. Il Sud avrà qualche giorno di caldo intenso in più, ma anche il meridione verso il finire della settimana sarà raggiunto dalle fresche temperature atlantiche.

Previous articleVideo incredibile all’interno della Costa Concordia. Le immagini dei sub della Polizia
Next articleChichén Itza, Messico: ecco il luogo dov’è nato il gioco con la palla
Giornalista, laureata in Scienze della Comunicazione, web content editor e social media manager. Ho da sempre un'innata curiosità per tutto quello che mi circonda: da bambina mi immaginavo detective e indagavo su tutto per scoprire la verità, immaginandomi protagonista di casi polizieschi e di inchieste giornalistiche (e solitamente era peluche orso il colpevole!). Ho fondato il giornalino scolastico quando avevo 9 anni e da allora non ho mai smesso di scrivere. Ho sempre lo zaino in spalla: adoro viaggiare, scoprire nuove culture, nuovi posti e poterli raccontare. Qualsiasi posto infatti racconta una storia che io voglio conoscere. Quando non scrivo al pc o non sono in viaggio, mi trovate sul palco ad improvvisare oppure a fare trekking con il mio cane o nei reparti di pediatria come clowndottore.