Home Idee di viaggio Le terme gratuite e libere in Italia

Le terme gratuite e libere in Italia

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:04
CONDIVIDI

terme

TERME GRATUITE LIBERE TOSCANA LAZIO SATURNIA SIENA / ROMA – Un bel bagno rigenerante in calde acque termali è un prezioso dono per il corpo e per l’anima. E prezioso è proprio la parola giusta, visto che l’accesso alle acque termali è piuttosto caro in tutt’Italia. Ma fortunatamente esistono ancora delle terme gratuite, luoghi in cui il capitalismo non ci ha messo ancora le mani, posti belli e suggestivi ed – quello che adesso ci preme di più – che non costano nulla. Il nostro Paese è ricchissimo di sorgenti solfuree con importantissime proprietà terapeutiche. Ecco una selezioni di alcune terme gratuite.

TOSCANA –  La Toscana vanta numerose sorgenti solfuree ed accanto ai complessi a pagamento ci sono terme libere. Ecco le principali: Bagni San Filippo (vicino al Monte Amiata); Petriolo ( in provincia di Siena l’acqua sgorga a 43 gradi); San Casciano (vicino Firenze è un piccolo complesso di antiche vasche romane); Saturnia ( accanto alle terme a pagamento da non perdere le gratuite Cascate del Mulino e i gradoni di Manciano); Bagno Vignoni (una piscina d’acqua termale è nel centro del paese, ma è vietato il bagno. Scendendo verso il fiume Orcia c’è una seconda piscina termale libera).

LOMBARDIA – In Lombardia ci sono le splendide sorgenti di Bormio. D’inverno il panorama con la neve è estremamente suggestivo.

LAZIO – Nel Lazio la zona più ricca di acque termali è quella di Viterbo. Accanto ai complessi a pagamento, libere e gratuite troviamo: le Terme di Bagnaccio (in aperta campagna); le  Terme del Bullicame (dove ribbole l’acqua); le  Piscine Carletti (acqua a 58 gradi molto suggestive di notte).

SARDEGNA – Le terme di Fordogianus vicino Oristano: una grande piscina dove confluiscono le caldissime acque solfuree mitigate da quelle fredde. Il tutto accanto ad una area archeologica romana.

CAMPANIA – La splendida Ischia, oltre agli innumerevoli complessi a pagamento, conserva delle terme libere: Sorgeto (acqua solfurea dal mare), le Fumarole ed Agnone.

 

CONDIVIDI
Articolo precedenteLe bolle di ghiaccio del lago Abraham
Articolo successivoGuida Vienna, l’incredibile Hundertwasser
Giornalista, laureata in Scienze della Comunicazione, web content editor e social media manager. Ho da sempre un'innata curiosità per tutto quello che mi circonda: da bambina mi immaginavo detective e indagavo su tutto per scoprire la verità, immaginandomi protagonista di casi polizieschi e di inchieste giornalistiche (e solitamente era peluche orso il colpevole!). Ho fondato il giornalino scolastico quando avevo 9 anni e da allora non ho mai smesso di scrivere. Ho sempre lo zaino in spalla: adoro viaggiare, scoprire nuove culture, nuovi posti e poterli raccontare. Qualsiasi posto infatti racconta una storia che io voglio conoscere. Quando non scrivo al pc o non sono in viaggio, mi trovate sul palco ad improvvisare oppure a fare trekking con il mio cane o nei reparti di pediatria come clowndottore.