Eventi | Pasqua 2011, Roma: Via Crucis al Colosseo. Info utili

EVENTI VIA CRUCIS ROMA PAPA BENEDETTO XVI PASQUA 2011 / ROMA – Nella suggestiva cornice del Colosseo stasera alle 21 appuntamento con tradizionale Via Crucis. Papa Benedetto XVI celebrerà il rito che sarà trasmesso in mondovisione su Rai1 a partire dalle 21.10. La rappresentazione della ‘via Crucis’ al Colosseo fu voluta nel 1750 da Papa Benedetto XIV per celebrare il Giubileo. L’anfiteatro Flavio divenne così il luogo della commemorazione dei martiri cristiani. L’usanza dopo circa un secolo di pellegrinaggi fu abbandonata salvo poi essere ripresa nel 1964 da Paolo VI. Quest’anno fra i lettori della 14 stazioni della Via Crucis alcuni attori ed inoltre per la prima volta due bambini leggeranno, alcube delle meditazioni scritte per l’occasione da suor Maria Rita Piccione, preside della Federazione dei Monasteri Agostiniani d’Italia.

TRAFFICO: Per consentire lo svolgimento della celebrazione, dalle 19 alle 23,30 saranno chiuse al traffico via Celio Vibenna, via di San Gregorio e il tratto di via dei Fori Imperiali compreso tra largo Corrado Ricci e il Colosseo. Saranno rallentate o deviate, quindi, le linee Atac 3, 60 Express, 75, 81, 85, 87, 117, 175, 271, 571, 673, 810, 850. A partire dalle 18,30 inoltre, per motivi di sicurezza sarà chiusa la fermata “Colosseo” della linea B del metrò.

Previous articleMostra | Pasqua 2011, a Roma : Uova, tradizioni della Romania
Next articleNews | Capalbiofotografia: il viaggio del mondo…con un clic!
Giornalista, laureata in Scienze della Comunicazione, web content editor e social media manager. Ho da sempre un'innata curiosità per tutto quello che mi circonda: da bambina mi immaginavo detective e indagavo su tutto per scoprire la verità, immaginandomi protagonista di casi polizieschi e di inchieste giornalistiche (e solitamente era peluche orso il colpevole!). Ho fondato il giornalino scolastico quando avevo 9 anni e da allora non ho mai smesso di scrivere. Ho sempre lo zaino in spalla: adoro viaggiare, scoprire nuove culture, nuovi posti e poterli raccontare. Qualsiasi posto infatti racconta una storia che io voglio conoscere. Quando non scrivo al pc o non sono in viaggio, mi trovate sul palco ad improvvisare oppure a fare trekking con il mio cane o nei reparti di pediatria come clowndottore.