Home Dove, come e quando Estate 2011| WWF, vacanze per bambini e ragazzi

Estate 2011| WWF, vacanze per bambini e ragazzi

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:30
CONDIVIDI

Anche quest’anno il WWF propone delle vacanze-avventura per i più piccini, permettendo loro di praticare il windsurf nel mare cristallino della Sicilia o delle escursioni alla scoperta della natura del Parco Nazionale Abruzzo, Lazio e Molise. I campi estivi, riconoscibili dal logo del panda, hanno lo scopo di offrire ai ragazzi una vacanza che coniughi divertimento e conoscenza, ma soprattutto rispetto della natura e dell’ambiente. In questo fantastico viaggio nella natura, i ragazzi saranno accompagnati da guide esperte. Gli itinerari sono tanti e allettanti.
Si può scegliere tra i sentieri “selvaggi“, riservati ai bimbi da 7 a 11 anni, e organizzati in Abruzzo nel Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga, oppure l’escursione nella Riserva Naturale Orientata di Torre Salsa, in Sicilia, in cui poter ammirare le tartarughe marine, con escursione nel parco archeologico di Selinunte (Trapani).
Fra gli itinerari anche il Parco nazionale del Pollino, che offre la possibilità di arrampicate ed escursioni in mountain bike.
Le iscrizioni online sono già aperte sul sito www.wwf.it/turismo da cui è possibile scaricare tutti i programmi relativi a quest’estate. Le proposte di viaggio riguardano tutta l’ Italia, e qualcuna anche l’estero. Le attività sono organizzate per fasce d’età: dai 6 ai 14 anni e dai 15 ai 17. Il WWF propone dei viaggi anche per adulti e famiglie. A fine mese sarà possibile consultare il calendario per un’estate all’insegna della natura e del turismo “responsabile”.
Francesca Billeri

CONDIVIDI
Articolo precedenteNews | Egitto, un altro infarto per Mubarak
Articolo successivoNews | Montreux Jazz Festival: da oggi online programma e biglietti
Giornalista, laureata in Scienze della Comunicazione, web content editor e social media manager. Ho da sempre un'innata curiosità per tutto quello che mi circonda: da bambina mi immaginavo detective e indagavo su tutto per scoprire la verità, immaginandomi protagonista di casi polizieschi e di inchieste giornalistiche (e solitamente era peluche orso il colpevole!). Ho fondato il giornalino scolastico quando avevo 9 anni e da allora non ho mai smesso di scrivere. Ho sempre lo zaino in spalla: adoro viaggiare, scoprire nuove culture, nuovi posti e poterli raccontare. Qualsiasi posto infatti racconta una storia che io voglio conoscere. Quando non scrivo al pc o non sono in viaggio, mi trovate sul palco ad improvvisare oppure a fare trekking con il mio cane o nei reparti di pediatria come clowndottore.